Vicenza, migranti multati perdono la testa, strappano i verbali e prendono a bottigliate i residenti (video)

giovedì 9 Aprile 11:11 - di Gabriele Alberti

Scena di ordinaria follia. Migranti fuori controllo e fuori di testa a Vicenza. Una mina vagante in tempi di restrizioni da coronavirus. Violano le norme, vengono multai e loro danno in escandescenze. Lo sfogo di Giorgia Meloni dai suoi canali social rende l’idea della pericolosità. Scherzare col fuoco è follia. “A Vicenza due immigrati , dopo essere stati sorpresi e multati perché non stavano rispettando le norme anti coronavirus, stracciano le multe dei vigili. E iniziano a lanciare bottiglie contro i residenti”.

Una descrizione supportata dal video che la Meloni posta sul suo profilo Fb. Aggiunge la leader di FdI: ” Scene di questo tipo ci arrivano da tutta Italia. Ma è possibile che mentre gli italiani, per il bene di tutti, rimangono chiusi nelle loro case costretti a rispettare le regole, gli immigrati sono liberi di circolare”?

I fatti. Due giovani immigrati di origine africana in via Firenze a Vicenza, a pochi passi dal centro storico della città veneta, sono stati fermati e multati da alcuni agenti della polizia locale. Non stavano rispettando le norme di sicurezza per  contenere il dilagare della pandemia da coronavirus. Sul  quotidiano il Giornale di Vicenza i due africani, continuando ad infischiarsene delle norme di sicurezza e della distanza,  hanno dapprima iniziato a protestare vibratamente contro i vigili, poi hanno addirittura strappato i verbali davanti agli occhi esterrefatti delle divise.

A questo punto la rabbia dei residenti del quartiere è esplosa. Anche perché scene come quella si sono già verificate. E non solo a Vicenza. Hanno quindi filmato coi loro cellulari l’intera vicenda, seguita dai balconi delle loro abitazioni.

Sono intervenuti anche i carabinieri, riportando a una situazione di calma, ma solo apparente. Due ore dopo stranieri son tornati nel quartiere, intenzionati a  vendicarsi dei residenti: il più esagitato – secondo la ricostruzione –  poi risultato essere sotto l’effetto di alcolici, ha iniziato ad inveire nei confronti degli abitanti. Prima solo con  minacce  verbali. Poi passando alle bottigliate: hanno gettato due bottiglie di vetro nei confronti degli autori dei video.

La paura dei residenti li ha allora indotti a chiamare nuovamente le forze dell’ordine. E’ intervenuta la Polizia di Stato : gli agenti hanno immobilizzato il più fuori controllo  dei due migranti.  Hanno provveduto a denunciarlo a piede libero per rilasciarlo subito dopo. I residenti sono fuori dalla grazia di Dio per  la rabbia. “I residenti non sono più al sicuro nemmeno nelle loro case”.  “Questi soggetti sono il primo problema di sicurezza in città”: sono stati i gridi di dolore dei vari comitati di quartiere, minacciati fisicamente da questa scena di ordinaria follia.

<

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Antonio Ginanni Corradini 9 Aprile 2020

    Negli Stati Uniti la polizia è dotata di robusti MANGANELLI e spesso ne fanno uso.
    In ITALIA a certe persone bisognerebbe adoperarli cosi si mantiene l’ordine, e la
    popolazione italiana apprezzerebbe molto di più le nostre FORZE DELL’ ORDINE

  • luca 9 Aprile 2020

    per questo letame manganellate finchè non diventano violacei

  • Sostienici

    In evidenza

    News dalla politica

    Array ( [0] => ppm-bundle )
    Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )