Napoli, agente ucciso mentre sventa una rapina. La polizia arresta due rom. Caccia al terzo uomo

lunedì 27 aprile 11:20 - di Redazione
Rom

È morto nel tentativo di fermare i rapinatori che avevano appena fatto un colpo in banca. Se n’è andato così Pasquale Apicella, 37 anni, agente scelto della polizia di Stato. Guidava la volante prontamente intervenuta sul luogo della rapina, via Abate Minichini, a Napoli, non troppo distante dall’aeroporto di Capodichino. Ma proprio lì è stata travolta dai criminali in fuga. Si tratta di una banda di rom. Un impatto devastante, come dimostra il motore sbalzato fuori dall’autovettura. Per Apicella non c’è stato niente da fare. Ferito solo lievemente, per fortuna, il collega che era accanto a lui. Si tratta dell’assistente capo Salvatore Colucci.

Pasquale Apicella aveva 37 anni. Nell’impatto con i rom ferito il collega

L’unica consolazione è che i banditi non sono riusciti a farla franca. Si tratta di due rom, attualmente ricoverati in ospedale, uno al Cardarelli e uno all’Ospedale del Mare. Li hanno presi dopo solo due ore dalla rapina. Sono rom residenti nel campo nomadi di Giugliano, un grosso centro della provincia di Napoli. Ma la caccia continua. C’è infatti un terzo componente. Ma la polizia è convinta di poter estendere le indagini anche ad altri complici.

Il cordoglio della Meloni e di Salvini

Alla questura partenopea regnano ora dolore e rabbia per il collega ucciso dai rom. Il questore Alessandro Giuliano ha espresso vicinanza alla famiglia di Apicella mentre il capo della Polizia Franco Gabrielli, ha sottolineato il tributo di sangue versato ancora una volta dagli uomini in divisa. «La polizia – ha detto – paga un prezzo altissimo». «Profondo cordoglio» per Apicella è stato espresso, attraverso un post su Facebook, da Giorgia Meloni. «Non si può morire così, con tutta la vita davanti e facendo il proprio dovere, per colpa di questi criminali, che ci aspettiamo di veder marcire in carcere», ha scritto la leader di Fratelli d’Italia. «Spero che questi delinquenti senza scrupoli paghino fino in fondo, senza sconti!», le ha fatto eco, sempre su Fb, il leader della Lega Matteo Salvini.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Antonio Ginanni Corradini 29 aprile 2020

    Il D N A dei Rom non prevede di dover LAVORARE per vivere, ma bensì di andare a RUBARE è sempre avvenuto cosi. Dobbiamo distruggere con le ruspe i campi Rom, e
    mandare il Ns. Esercito con i lanciafiamme per ripulire (Bonificare) quei Terreni. Non e
    Mai successo che i Genitori mandino i loro bambini a scuola, altrimenti verrebbe cambiato il loro modo di vivere e non vogliono civilizzarsi ( pagare le tasse, bollette di
    luce e gas, acqua, immondizie.

  • Banchero Giuseppe 28 aprile 2020

    Noi chiusi in casa. Multati e trattati come delinquenti, loro in giro a fare le persone per bene. Condoglianze per l’agente!

  • Srefano 27 aprile 2020

    Più’ che marcire in galera, tanto poi dopo escono, ci vorrebbe una punizione esemplare!!!

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica