Fauci, il guru del coronavirus, boccia il modello-Italia: “Medici eroi, ma il Paese è stato travolto”

mercoledì 8 aprile 16:48 - di Robert Perdicchi

Anthony Fauci, 79 anni, l’ immunologo italoamericano che guida la task force della Casa Bianca per la lotta al Covid-19, considerato uno dei massimi esperti al mondo sul coronavirus, non è ottimista. E lo ha detto anche a Trump, con cui – sostiene in una intervista a Repubblica – dice di sentirsi tutti i giorni.

Fauci e il coronavirus negli Usa

“I miei rapporti col presidente sono ottimi. Lo informo quotidianamente e mi ascolta con attenzione e serietà. Si specula troppo sui miei gesti e sulle mie assenze. Se non appaio al suo fianco, ormai dicono subito che ci sono problemi. Ma io ho molto da fare. Quando la discussione mi riguarda, non manco mai”.

E sul presunto “modello Italia”, decantato dal premier Conte, Fauci non si spertica in lodi. “L’ Italia è stata colpita molto severamente dal virus. Avete medici competenti ed eroici che sono stati travolti da uno tsunami ed è stato difficile trovare il passo. Dalla vostra esperienza abbiamo imparato quanto questo virus, incontrollato, può essere micidiale. Sì, l’America ha il più alto numero di casi del mondo: perché siamo un Paese grandissimo. Organizzare la risposta in un sistema federale come il nostro non è stato semplice. Ma migliora ogni giorno e le misure messe in atto funzionano”.

Un futuro non vicinissimo…

Sul futuro, Fauci non vede rosa, a breve scadenza. Ma solo nel lungo periodo. “Prima di tornare a una forma nobile di esistenza dovremo ancora convivere con la miseria del virus. Quando lo avremo mitigato continueremo a prendere accorgimenti per impedirne il ritorno violento. Affronteremo ancora tempi difficili e serve solidarietà e impegno. Ma ce la faremo. Finirà”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica