Coronavirus, la profezia di Padre Pio: “Caos e morti per tre mesi”. Ma i frati smentiscono

giovedì 26 marzo 15:55 - di Marta Lima

“Moriranno in migliaia, chiudete porte e finestre. Siete come formiche, perchè verrà il tempo in cui gli uomini si toglieranno gli occhi per una briciola di pane. I negozi saranno saccheggiati, i magazzini saranno presi d’assalto e distrutti. Povero sarà colui che in quei giorni tenebrosi si troverà senza una candela, senza una brocca d’acqua e senza il necessario per tre mesi”.

Secondo alcuni, sarebbero queste le profezie di Padre Pio collegate alla tragedia del coronavirus. E che stanno circolando da giorni sui social, incontrollate, con la citazione di una fonte. Renzo Baschera, che avrebbe citato questi “messaggi all’umanità” di Padre Pio nel suo libro “I Grandi Profeti”. Avrebbe, perché non c’è certezza sulla veridicità di quei messaggi, tantomeno di un loro collamento con la pandemia che impazza. Anche se un dettagliato articolo su questi messaggi è presente perfino sul sito ufficiale del  Papaboys. Tesi rilanciate anche da presunti figli spirituali di Padre Pio.

Padre Pio e la smentita dei frati cappuccini

La profezia non esiste. I Frati cappuccini, custodi della memoria del Frate di Pietrelcina, mettono nero su bianco. “In questo periodo di ansia e di preoccupazione dilaganti, sono state diffuse nuovamente alcune profezie apocalittiche attribuite a san Pio da Pietrelcina. Che sarebbero state rivelate ad alcuni sedicenti figli spirituali quando il santo era in vita o, successivamente, durante presunte visioni. Per rispetto alla verità, i frati minori cappuccini della provincia religiosa di Sant’Angelo e Padre Pio dichiarano di non poter garantire che tali messaggi siano autentici né l’asserita figliolanza spirituale delle due persone che se la sono attribuita”.

Così in una nota i frati cappuccini sulla nuova circolazione, con l’emergenza del coronavirus, di presunte profezie catastrofiche lasciate dal santo con le stimmate di cui mai è stata confermata la veridicità. ”Certamente tali profezie non sono contenute in nessuno degli scritti del santo (tutti già pubblicati) – si legge ancora – inoltre le affermazioni dei due presunti figli spirituali non trovano riscontro in nessun documento o prova testimoniale contenuti nella pur poderosa documentazione (104 volumi) della causa di beatificazione e canonizzazione di Padre Pio da Pietrelcina”.

Le tante preghiere per il Santo

Una valanga di messaggi, di suppliche, di attese miracolistiche, si sta riversando, in questi giorni di emergenza per il coronavirus, verso la Puglia garganica, con un indirizzo ben preciso: il santuario di Padre Pio a San Giovanni Rotondo, metaforicamente preso d’assalto dai fedeli di tutta Italia, mentre la piccola cittadina è completamente svuotata e vi si respira un’atmosfera surreale. “Riceviamo richieste rivolte al santo in continuazione, non è esagerato dire ‘a valanga’… “, riferisce all’AdnKronos il portavoce dei frati cappuccini Stefano Campanella, direttore di Padre Pio Tv. “Ma qualcuno chiama anche solo per sincerarsi della salute dei religiosi, specie per quelli più anziani”.

Intanto, sui siti specializzati, va fortissimo la preghiera per Padre Pio, proprio in funzione anti-coronavirus.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • maurizio 26 marzo 2020

    non si riferiva al virus ma ai 3 giorni del buio in cui nessuno dovrà uscire di casa,ma sarà preceduto dal segno nei cieli della croce luminosa,ne seguiranno 3 mesi di fame e terrore in cui sempre secondo le sue profezie bisognerà arrivare preparati ed avere in casa riserve di acqua e generi alimentari e candele benedette,sempre secondo Padre Pio capiterà in un maggio freddissimo e i superstiti saranno aiutati da angeli venuti dal cielo…ognuno decida per se…. angeli o extraterrestri…

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza