Erdogan alla follia, libera i carcerati per mandarli in Europa: il racconto di un ex prigioniero (video)

mercoledì 4 marzo 15:51 - di Alberto Consoli
Erdogan

Erdogan fuori controllo: la bomba dell’immigrazione e del ricatto è lanciata contro l’Europa in maniera virulenta. Il video pubblicato sul sito Fb del parlamentare della Lega Alessandro Morelli è definito giustamente “sconvolgente”. In queste immagini infatti sentiamo la testimonianza di un ex carcerato, che è stato in prigione un mese ed ora è in marcia alle porte dell’Europa. Come ha fatto ? “La Polizia turca mi ha liberato”, risponde. Erdogan è alla follia: libera i carcerati per scaraventare in Europa un esercito di disperati. Il racconto dell’ ex prigioniero liberato qui nel video è inquietante.

Erdogan fa aprire i cancelli delle prigioni

Domanda: come sei arrivato alla frontiera con l’Europa? “La polizia turca mi ha liberato. Ci ha detto che i cancelli erano aperti”, risponde. “La Polizia mi  ha portato qui. Non abbiamo soldi né un telefono. Speriamo in una vita migliore”, dicono incamminandosi. Erdogan è più pericoloso di quanto non si immagini. E sta ricattando l’Europa nuovamente. Una situazione drammatica.

I profughi siriani sono stati fermati al confine greco dalla Polizia. Per ora è la Grecia che sta facendo i conti con la follia del dittatore turco. L’Europa ha sostenuto  il governo ellenico in questa occasione, ma dovrà fare molto di più e individuare la sua rotta una volta per tutte. Per ora sono quasi 136mila i migranti che si sono diretti verso la Grecia dopo che la Turchia ha deciso di non chiudere più i suoi confini verso l’Europa. Lo ha scritto su Twitter il ministro degli Interni turco Suleyman Soylu, affermando che ”il numero dei migranti che hanno lasciato la Turchia per andare in Grecia ha raggiunto quota 135.844 alle 21 ora locale”. I migranti stanno usando il valico di frontiera turco di Pazarkule nella provincia nordoccidentale di Edirne per cercare di raggiungere la Grecia via mare. Profughi e prigionieri insieme rappresentano una miscela esplosiva che la Ue dovrà gestire senza perdere tempo. Perché Erdogan è pronto a tutto.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Carpino Vince 4 marzo 2020

    Bombardare la turchin non la siria che a nessuno gli interessa.

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica