Ventuno anni fa moriva Pinuccio Tatarella. Una mostra fotografica alla Fondazione (video)

sabato 8 febbraio 16:34 - di Leo Malaspina

Pinuccio Tatarella, nato a Cerignola il 17 settembre 1935, moriva ventuno anni fa,  a Torino, l’8  febbraio del 1999, durante un’operazione chirurgica. Deputato ininterrottamente per quasi vent’anni, fu presidente del gruppo parlamentare del Msi e po del gruppo di Alleanza nazionale. Dal febbraio del 1997 ricoprì l’incarico di vicepresidente della Commissione parlamentare per le riforme costituzionali presieduta da Massimo D’alema. Fu anche vice Presidente del consiglio dei Ministri e Ministro per le telecomunicazione nel primo governo Berlusconi nel’94. Il suo soprannome, “ministro dell’armonia”, grazie alla sua capacità di mettere intorno a un tavolo e far trovare un accordo le personalità politiche, lo accompagna ancora oggi nel ricordo di chi, oggi, continua a omaggiarne la memoria. Nei giorni scorsi il leader era stato ricordato alla Camera da tanti uomini politici.

La mostra fotografica su Tatarella

Da due giorni, nella sede della Fondazione Tatarella, a Bari, è aperta una mostra fotografica permanente sulla vita di Giuseppe “Pinuccio” e di suo fratello Salvatore. Un evento organizzato proprio in occasione delle ricorrenze della scomparsa dei due maestri della politica italiana: quella di Pinuccio, avvenuta l’8 febbraio del 1999, e quella di Salvatore, del 28 gennaio di tre anni fa.

La mostra permanente è stata inaugurata il 6 febbraio dal vicepresidente del Senato, Ignazio La Russa. All’evento ha partecipato anche il co-presidente del gruppo europeo ECR-Fratelli d’Italia, Raffaele Fitto.

“Abbiamo scelto 100 fotografie – spiega Fabrizio Tatarella, vicepresidente della Fondazione -. La mostra si snoderà per tutte le sale della nostra sede. In una di queste, poi, abbiamo deciso di esporre i manifesti politici più rappresentativi di Pinuccio e Salvatore, mentre un’altra stanza ancora sarà dedicata a libri, riviste e giornali. Ignazio La Russa, grande amico di entrambi i fratelli, ha risposto all’invito con grande entusiasmo”.

L’appello di La Russa, nel nome di Pinuccio

Molto toccanti le parole pronunciate all’inaugurazione della mostra dal senatore di Fratelli d’Italia: «A lui piaceva mettere tutti attorno ad un tavolo per metterli d’accordo», ricorda La Russa. In riferimento alla candidatura di Raffaele Fitto alla Regione Puglia, La Russa ha aggiunto. «Qui noi quel tavolo lo abbiamo già fatto. Come direbbe Pinuccio, ora l’interesse personale deve soccombere rispetto a quello generale. Noi abbiamo messo in pista il candidato che è stato più votato di tutti i partiti in Puglia alle scorse Europee. Abbiamo messo in campo ribadisce con forza – il candidato che alle Europee è stato il più votato in Puglia ma senza far parte del partito che ha ottenuto più voti».

Il video dell’inaugurazione della mostra

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza