Tumori, a Milano i primi pazienti trattati con Car-T. È la nuova frontiera contro il cancro

giovedì 13 Febbraio 14:00 - di Redazione
tumori

La disperazione di ieri è la speranza di oggi. Il trattamento con le cellule Car-T nei pazienti con tumori del sangue quali linfomi aggressivi e leucemie linfoblastiche con più ricadute, finora prive di alternative terapeutiche, è ora realtà. Presso il Cancer Center di Humanitas di Milano è infatti attiva un’unità dedicata e sono stati trattati già i primi pazienti con buoni risultati. «Ad oggi – afferma il direttore del Centro Armando Santoro – abbiamo trattato quasi 4mila pazienti con linfoma. Nell’ultimo anno il numero dei trapianti è cresciuto, nel 2019 ne sono stati effettuati 140. E il numero degli studi su questa patologia realizzati negli ultimi anni è superiore a sessanta». La terapia si basa sulla modificazione genetica in laboratorio di un particolare tipo di globuli bianchi del paziente, i linfociti T, istruiti così a riconoscere i tumori e ad aggredirli.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica