Schiaffo della Meloni alle Sardine: «Sono finiti alla corte dei Benetton: ridicoli»

sabato 1 Febbraio 14:39 - di Milena De Sanctis
sardine

«Le sardine alla corte di Luciano Benetton, capo della famiglia che controlla Atlantia e Autostrade spa».   Giorgia Meloni ironizza sulle sardine in ginocchio da Benetton. «Finisce nel ridicolo la favola del “movimento” popolare, spontaneo e alternativo ai poteri forti». Proprio ieri Mattia Santori e i suoi tre amici bolognesi che organizzarono il primo flashmob anti-Salvini a Bologna, a inizio dello scorso novembre, hanno fatto visita al centro di ricerca creativa dei Benetton a Treviso. Proprio loro, quei Benetton finiti, con Autostrade, sul banco degli imputati per la strage del Ponte Morandi (nella foto), con l’ipotesi di revoca delle concesssioni di Autostrade.

Toti contro le sardine in posa

Hanno posato per una foto d’autore con tanto di maglioncino d’ordinanza insieme al fotografo e pubblicitario Oliviero Toscani e a Luciano Benetton. Accanto a loro un contorno di giovani dipendenti. Uno spot tutt’altro che edificante. Incontro commentato così da Santori e compagni: «È stato uno scambio e un confronto molto stimolante», celebrato con una foto eloquente. Uno scatto che ha fatto presto il giro del web, lasciando a molti un’impressione negativa.La foto ha fatto il giro del web e il mondo politico si è scatenato. Attacca anche il governatore della Liguria Giovanni Toti: «Sarà divertente il momento in cui il M5s farà l’alleanza con il Pd e le sardine in Liguria. Oltre a tutte le abissali diversità che li caratterizzano, si troveranno davanti anche questa foto delle sorridenti sardine in posa… con il signor Benetton! Sì sì proprio il capo della famiglia che controlla Autostrade e Atlantia, al centro del dibattito sulla revoca delle concessioni. Finanzierà la loro campagna elettorale annunciati (anche se vanno in treno)? Tranquilli, non sono diventato grillino. Non voglio pensar male solo per una foto».

L’altra figuraccia

Insorgono gli esponenti del M5S, con il viceministro al Mise Stefano Buffagni: «Vanno in pellegrinaggio dai Benetton. Noi certi mondi li abbiamo sempre combattuti». E non contenti della figuraccia oggi le sardine hanno scritto anche al premier Conte: «Ascoltaci».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Silvia Toresi 2 Febbraio 2020

    Le sardine somigliano sempre più agli squali!!!!!

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica