Le Sardine baciano la pantofola di Benetton. Così somigliano sempre più a Superciuk.

venerdì 31 gennaio 19:25 - di Tano Canino
Sardine

Sardine come Superciuk. Ricevuti e coccolati anche da Luciano Benetton e Oliviero Toscani i baldi felsinei che hanno nuotato per sbarrare la strada al Truce Capitano confermano il sospetto. Quello di somigliare tantissimo, di essere una versione contemporanea della maschera ideata dal geniale Max Bunker, padre di Alan Ford. Simili, almeno. Perchè per l’appunto come Superciuk queste Sardine non temono di mostrare le proprie preferenze. E di avere in gran dispetto il popolino ignorante e malpagante. Coloro che non avendo nè Paradiso né Santi lavorano sodo per portare a casa il poco che serve a pagare bollette e sopravvivere. Il populismo becero di questo popolo, seppur sovrano, è un mare nel quale non vogliono nuotare. Mente pare siano irresistibilmente attratte dalle placide acque, cariche di krill, che il potere mette a disposizione. Sardine, certo. Ma, fino a un certo punto. Così tutto si tiene e tutto si spiega. Questo banco ittico nato per contrastare l’opposizione politica (realtà più unica che rara!), corre ad abbracciare il Deep Power, quel potere profondo e immarcescibile che tiene ogni nassa. Battezzato da Romano Prodi, la più scadente qualità di pesce azzurro esistente sul mercato ha sentito il bisogno di farsi cresimare dal patron di “Autostrade per l’Italia”. Prostrandosi al munifico Padrone per l’occasione scortato dal giullare privato. Scombridae cocchiere di ogni potere.  O, se preferite, trasposizione moderna di Superciuk: quello che rubava ai poveri per donare ai ricchi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Silvia 1 febbraio 2020

    Finalmente hanno mostrato quello che sono: un ramo del PD.

  • rino 1 febbraio 2020

    Un popolo ignorante merita questo. Le sardine sono l’emblema dell’italiano che non ama la patria e pensa solo a sé stesso, al lavoro che il potere economicodà loro nelle cooperative di assistenza agli immigrati, che serviranno al potere economico per calmierare il costo del lavoro e avere un popolo di poveri ignoranti.

  • ADRIANO AGOSTINI 1 febbraio 2020

    Ancora una volta fanno vedere da che parte stanno. Adesso contro i grillini.

  • In evidenza