Panico in pieno centro a Marsala: violentissima rissa tra extracomunitari con spranghe di ferro

sabato 15 Febbraio 9:33 - di Paolo Sturaro
Marsala

Una rissa violentissima in pieno centro a Marsala, nel trapanese. Momenti di panico in corso Calatafimi quando si sono affrontati 6 extracomunitari armati di spranghe di ferro e bastoni. Cinque erano del Gambia, uno era nigeriano. Solo l’intervento della polizia ha riportato la calma, con l’arresto di tutti gli stranieri. Necessario anche l’arrivo dell’ambulanza, per le lesioni, le contusioni e le escoriazioni di vario tipo.

Marsala, la ricostruzione di quanto è accaduto

Le testimonianze di alcuni cittadini hanno permesso di ricostruire la vicenda. Nel contempo, a contribuire sono state anche le immagini dei sistemi di videosorvegliamnza di alcuni negozi. La “discussione” sarebbe iniziata nell’appartamento di uno dei sei extracomunitari. Qui il gruppo avrebbe fatto irruzione aggredendo e mettendo a soqquadro la casa. Poi, la prosecuzione in strada. In pieno centro a Marsala i sei si sarebbero fronteggiati armati di bastoni, spranghe di ferro e pietre. Erano incuranti dei passanti. Hanno persino bloccato la circolazione delle auto. Finiti in manette, sono stati sottoposti all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

E a Lecce un bulgaro arrestato: riduzione in schiavitù

Da Marsala in provincia di Lecce, altro fatto di cronaca.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica