“La sovranità a tutela degli interessi geostrategici”: il convegno di FdI a Milano

martedì 4 febbraio 13:18 - di Redazione

«Sovranità come espressione degli interessi geostrategici italiani, professionalità e competenza dei nostri militari nelle missioni internazionali». Ecco le parole d’ordine risultanti dal convegno sulle nostre Forze Armate, patrimonio identitario della Nazione. Convegno che si è tenuto sabato 1 febbraio in centro a Milano da parte dell’ “Accademia Politica Gabriele D’Annunzio” di Fratelli d’Italia.

Relatori d’eccellenza sono stati il generale Marco Bertolini già comandante in Afghanistan delle Forze Speciali italiane, proveniente dal Reparto Incursori Paracadutisti Col Moschin della Brigata Folgore. L’ex Ministro della Difesa del Governo Berlusconi, il senatore Ignazio La Russa, l’eurodeputato Carlo Fidanza, capo delegazione del partito di Giorgia Meloni al Parlamento Europeo, l’onorevole Maria Teresa Baldini. C’era anche il famoso giornalista inviato di guerra Toni Capuozzo, coordinati dal dott. Fabio Flenda membro fondatore dell’Accademia.

I lavori erano stati aperti da un altro membro dell’accademia, l’avvocato Domenico Frasca, mentre è stato letto un messaggio di benvenuto da parte di Caio Giulio Cesare Mussolini, responsabile del dipartimento difesa di FdI. Sono intervenuti l’autore e regista Edoardo Sylos Labini a nome del mensile CulturaIdentità da lui diretto. Tra i presenti, la dottoressa Federica Picchi fondatore della casa cinematografica Dominus Production ed il cavaliere Valfredo Porega, capo del dipartimento pensionati dell’esecutivo romano di FdI.

Una vibrante partecipazione di pubblico ha animato l’acceso dibattito che ha fatto seguito alle allocuzioni dei titolati relatori. La riuscita del convegno non poteva prescindere dal fattivo supporto di Deborah Dell’Acqua e di Maria Pala Mussolini della segreteria e dalla presenza degli altri membri accademisti, tra cui i dottori Paolo Pariset, Aldo Flenda e Maria Angela Buttiglieri.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza