Foggia, ragazzina in coma etilico a 14 anni dopo il “pieno” di alcolici

sabato 29 Febbraio 10:32 - di Lucio Meo

Una ragazza di 14 anni, di Foggia, ha perso conoscenza a causa di un eccessivo uso di sostanze alcoliche. Solo grazie al tempestivo intervento di una ambulanza che l’ha trasportata in ospedale, al Policlinico universitario del capoluogo
dauno, non è finita in coma etilico. I poliziotti della Questura, intervenuti in ospedale verso le 22, hanno appreso dal personale sanitario che la giovane era stata soccorsa-. Dopo essere stata trovata in stato di incoscienza nei pressi di un bar di via Monfalcone. Per fortuna le sue condizioni, nonostante fosse giunta in ospedale in uno stato di quasi coma etilico, sono migliorate. Tempestive si sono rivelate le cure mediche.

I vaghi ricordi dopo il  coma etilico

Quando la quattordicenne ha ripreso conoscenza ha riferito di avere assunto durante la serata diverse bevande alcoliche. In particolare, vino e birra che le hanno procurato un grave stato di malessere fino al punto di perdere i sensi. Gli agenti della Volante hanno raccolto altre informazioni e testimonianze e stanno sviluppando un’attività investigativa per verificare eventuali responsabilità di terze persone su quanto accaduto alla quattordicenne. Nel frattempo è stato rintracciato il padre della ragazza che, ignaro dell’accaduto, si era recato in ospedale.

La giovane è stata affidata al genitore il quale è stato redarguito ad esercitare una maggiore sorveglianza sulla figlia.

L’episodio di Foggia è l’ennesima conferma dell’emergenza che il consumo di alcolici e di droghe tra i giovani, soprattutto nel fine settimana, dilaga da diversi anni sotto l’occhio distratto della classe politica italiana.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica