Espulsi dall’Italia un albanese e un marocchino: erano clandestini, commettevano reati su reati

mercoledì 19 Febbraio 8:33 - di Roberto Mariotti
espulsi dall'Italia

Avevano commesso reati di varia natura. E sono stati espulsi dall’Italia. Si tratta di un albanese e di un marocchino, ambedue pregiudicati. Il provvedimento è frutto delle operazioni di polizia di carattere preventivo disposte dal questore della Provincia di Mantova, Paolo Sartori.

Chi sono i due espulsi dall’Italia

I due espulsi dall’Italia hanno sulle spalle precedenti penali. Il primo straniero è K.M., cittadino albanese di 29 anni. Da poco scarcerato dalla locale Casa circondariale, era clandestino. Aveva numerosi precedenti penali, tra i quali la produzione e lo spaccio di sostanze stupefacenti, nonché l’immigrazione clandestina. Il secondo è un marocchino di 44 anni, anche lui irregolare in Italia.

Imbarcati sui voli per Tirana e Casablanca

Il questore  ha provveduto ad emettere un decreto di accompagnamento immediato alla frontiera. Gli agenti hanno scortato l’albanese all’aeroporto Catullo di Verona e l’hanno imbarcato su un volo per Tirana. Analogo provvedimento nei confronti del marocchino. Pluripregiudicato, aveva a carico anche precedenti di polizia, tra i quali falsa attestazione a un pubblico ufficiale sulla propria  identità. E’ stato scortato all’aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna. E da qui imbarcato su un volo con destinazione finale Casablanca.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica