Coronavirus, il ritorno di Niccolò in Italia. Ora è ricoverato in quarantena allo Spallanzani

sabato 15 febbraio 10:03 - di Redazione
Niccolò

Niccolò, il 17enne bloccato a Wuhan, è stato riportato questa mattina in Italia. Era in uno volo speciale attrezzato per il biocontenimento. Le auto della polizia lo hanno scortato all’Istituto per le malattie infettive Spallanzani di Roma. Qui sarà ricoverato in quarantena e molto probabilmente sottoposto ad accertamenti.

La sua prima foto sul sito 7Colli.it.

Niccolò risultato negativo

Il ragazzo è risultato negativo già a due controlli effettuati in Cina per via di uno stato febbrile che aveva impedito il suo imbarco con il gruppo di italiani in isolamento alla Città militare della Cecchignola. Con lui sul volo oltre ad un team di medici e infermieri viaggiava anche il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri che questa notte su Facebook ha postato la foto del trasbordo del ragazzo sottolineando che «sta bene».

Lo staff e i medici dello Spallanzani

Ad attendere Niccolò, che dopo due tentativi di rientro in Italia andati male per una febbre, lo staff di medici e infermieri dello Spallanzani che assicureranno al ragazzo l’assistenza medica in isolamento. Insieme a lui nella struttura sono in quarantena da diversi giorni la coppia cinese e il ricercatore italiano risultati positivi al coronavirus.

Niccolò non ha la febbre

Il giovane friulano sta bene, non ha febbre e si attendono i risultati dei tamponi effettuati allo Spallanzani, dove è stato trasferito in ambulanza non appena arrivato a Roma all’interno di una speciale barella di biocontenimento. Il ragazzo resterà in quarantena, sottoposto ad altri controlli.

Il coronavirus ha ucciso altre 143 persone

Il coronavirus ha ucciso ieri altre 143 persone nella provincia di Hubei, in Cina. Il bilancio delle vittime adesso ha raggiunto quota 1523 e 11.053 ammalati versano in gravi condizioni. Lo hanno reso noto le autorità di Pechino. Registrati altri 2.420 casi di contagio nella provincia epicentro dell’epidemia. Nella sola provincia di Hubei il totale dei casi di coronavirus è così salito a quota 54.406, ma complessivamente il numero ha superato quota 60 mila, precisamente 66.492 di cui 2.641 confermati solo nella giornata di ieri.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza