Traffico, delirio nel quadrante nord ovest della Capitale per la chiusura della galleria sull’Olimpica

mercoledì 22 gennaio 17:59 - di Alberto Mariani
traffico

Il traffico peggiorerà a Roma. Primo giorno di chiusura del tratto della Galleria Giovanni XXIII (che dal Foro Italico porta a Pineta Sacchetti). E prime ore di delirio per la viabilità del quadrante nord ovest della Capitale. Traffico congestionato su tutti i percorsi alternativi alla Galleria ma anche su strade secondarie a questi. Uno scenario che in tanti avevano previsto ma che per certi versi è andato oltre le aspettative. Come nel caso di Balduina, dove alla chiusura della Galleria si è andata a sommare quella di alcune delle vie principali a causa di cedimenti del manto stradale e rotture di tubature d’acqua. O come nel caso della Panoramica, dove la totale mancanza di programmazione degli interventi si è palesata con la chiusura di una parte della carreggiata per la potatura degli alberi. Non è andata meglio a Monte Mario e Trionfale con le auto costrette a camminare a passo d’uomo su via Edmondo De Amicis (più comunemente chiamato K2), così come su via della Camilluccia e su via Cortina d’Ampezzo.

Traffico, Fratelli d’Italia ha fatto ridurre i tempi della chiusura

Fortunatamente, se di “dea bendata” possiamo parlare, la sollevazione popolare e il lavoro di Fratelli d’Italia in assemblea capitolina e in municipio XIV ha spinto il Comune a ridurre la chiusura totale del tratto della Galleria che va verso Nord da 75 a 35-40 giorni e di spostare a luglio gli interventi previsti per il tratto che da Pineta Sacchetti porta a Ponte Milvio. Una magra consolazione se si pensa che per tutto il mese di febbraio i romani dovranno vivere quotidianamente questa situazione di paralisi della viabilità. Ma le spiacevoli sorprese per i cittadini non sembrano essere finite qui. Nella giornata di ieri il sindaco Virginia Raggi, vista l’allerta smog, in un’ordinanza consigliava ai romani di «moderare la velocità alla guida». Quasi una beffa considerando che il traffico ha imposto a tutti gli automobilisti un’andatura non certo da Formula 1. Intanto domenica 26 gennaio alle ore 18 allo Stadio Olimpico si gioca il derby Roma-Lazio. Sale la preoccupazione per il deflusso degli oltre 40mila spettatori attesi. Con la chiusura della Galleria Giovanni XXIII i quartieri limitrofi si trasformeranno un’altra volta in un muro di auto.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza