Nessuna telefonata tra Meghan e il summit della Royal Family. Il Palazzo: “Non era necessario”

martedì 14 gennaio 17:14 - di Redazione
meghan

Meghan Markle non ha partecipato in alcun modo al vertice di famiglia che si è tenuto ieri al Castello di Sandringham per dirimere la spinosa questione del divorzio dei duchi del Sussex dalla famiglia reale. Contrariamente a quanto ipotizzato a ridosso della riunione, infatti, non c’è stata alcuna conference call tra il “gabinetto” di famiglia e l’attrice americana, ora in Canada con il figlioletto Archie. Dunque, Harry se l’è dovuta vedere da solo di fronte alla nonna regina, al padre Carlo e al fratello William.

“La partecipazione di Meghan non era necessaria”

Sono state fonti di Palazzo a chiarire che Meghan non è intervenuta. “Alla fine i Sussex hanno deciso che non era necessario che la duchessa partecipasse“, hanno fatto sapere le fonti. La versione divulgata al pubblico è che non vi è stata alcuna volontà di escludere Meghan dalla riunione convocata dalla Regina Elisabetta. A quanto pare esistevano inoltre sollevate preoccupazioni sulla possibilità che qualcuno potesse intercettare il collegamento, ha scritto il Guardian.

Harry affronta da solo il consiglio di famiglia

Così è stato soltanto Harry a spiegare le ragioni del clamoroso passo della coppia. I Sussex, com’è noto, intendono rinunciare allo status di membri senior della famiglia reale, mantenersi da soli e vivere parte dell’anno in Nord America. A guidare le discussioni durante l’incontro, durato circa 90 minuti, è stato il principe Carlo. A parte il comunicato diffuso dalla Regina al termine dei colloqui, Buckingham Palace non ha rivelato esattamente cosa sia stato discusso nella riunione, la prima della famiglia reale dall’annuncio unilaterale di Harry e Meghan.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza