Meteo impazzito: arriva l’anticiclone africano e poi un’irruzione di aria polare

mercoledì 29 gennaio 11:26 - di Redazione
Meteo

Meteo impazzito. Iniziano da oggi i giorni della merla,  popolarmente conosciuti come i più freddi dell’inverno. Invece quest’anno saranno tutt`altro. Il clima sembra davvero impazzito a vedere cosa ci propone il centro di calcolo europeo (Ecmwf). Il team del sito www.iLMeteo.it comunica che secondo Ecmwf (European Centre for Medium-Range Weather Forecasts) nei prossimi giorni l’alta pressione ora presente sull’Italia cambierà aspetto e acquisterà connotati sub-tropicali.

Nel corso del weekend, pertanto l’anticiclone Nordafricano si avvicinerà di gran carriera all’Italia inondandola del suo alito caldo. Le temperature cominceranno un escalation a dir poco sbalorditiva: basti pensare che tra domenica 2 e lunedì 3 febbraio Milano toccherà i 15-16°C; Roma 18°C, mentre al Sud si supereranno i 20°C. Un clima decisamente anomalo, ma che ben presto muterà radicalmente d’aspetto. Un meteo “bipolare”. Siamo abituati a repentini cambi di scenario.

Meteo, rischio neve

ma questa volta lo sbalzo termico sarà notevole. Il team del sito www.iLMeteo.it avvisa infatti che il Centro Europeo fornisce cattive notizie. E prevede a partire dal 5 febbraio un totale cambio di circolazione atmosferica. L’anticiclone delle Azzorre dall’oceano si innalzerà verso il Regno Unito e la Scandinavia:  da qui si muoveranno impetuose correnti polari che ben presto raggiungeranno l’Italia. Sarà proprio tra il 5 e il 7 febbraio che si prevede un’irruzione di aria artica. Se ciò dovesse venire confermato il nostro Paese piomberebbe nell`arco di 24-48 ore in pieno inverno con la neve che potrebbe cadere fin sulle coste di Marche, Abruzzo e Molise. E’ una previsione a 7 giorni quindi suscettibile ancora di cambiamenti. Tuttavia va detto che sussiste la possibilità (da confermare) che la nostra Penisola sia investita da un’ondata di freddo consistente in grado di portare un calo netto delle temperature e l’arrivo della neve fino a quote molto basse.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza