Il caso Paragone svela la verità: Cinquestelle, una banda aggrappata al potere. Costi quel che costi

venerdì 3 gennaio 6:00 - di Francesco Storace
Paragone

La maledizione di Paragone si abbatterà sugli elettori grillini. Perché si chiederanno “che male abbiamo fatto”…. Si sono fatti fregare da una banda di impostori che si sono aggrappati al potere. Costi quel che costi. Non vogliono mollare la presa, e se dai fastidio, ti cacciano.

Ma c’è da scommettere che questo non sarà il caso De Falco o di quanti altri se ne sono andati o sono stati espulsi dai Cinquestelle, senza provocare chissà quali sfracelli. Ma liberarsi di Gianluigi Paragone rischia di causare danni grossi. Perché si svela il grande inganno.

Meloni: “Erano gli antisistema, ne sono diventati i guardiani”

Nota la Meloni: “Erano gli antisistema nelle urne, sono diventati i guardiani del sistema. In Italia e come in Europa”. In una frase, esattamente quello che è accaduto, una colossale giravolta che non può e non poteva restare senza conseguenze.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • fabio dominicini 3 gennaio 2020

    L’impostore di solito è un furbo matricolato, che ha dei precisi obiettivi e che frega il prossimo con astuzia.
    Cerchiamo quindi di non sopravvalutare i grillini !!

  • federico 3 gennaio 2020

    Costi quel che costi? Direi piuttosto “tutto e subito”, come già dicevano i 68ini. E domani si vedrà! Forse domani diranno e faranno esattamente il contrario di quanto blaterano oggi. Come appunto fecero i 68ini. Dietro 68ini e grillini poteri non forti ma fortissimi, che non sembrano amare l’Europa.

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica