Deputati M5S al concorso della Camera, FdI: “Ora fuori i nomi. Un vaffa li travolgerà”

sabato 21 dicembre 16:37 - di Redazione
concorso

Un’interrogazione per conoscere “i nomi”, che poi pubblicherà. “Perché vengano sommersi dai vaffa che loro evocavano”. Ad annunciarla è il deputato di FdI, Andrea Delmastro, all’indomani della lettera con cui il collega di partito, il questore di Montecitorio Edmondo Cirielli, ha fatto emergere il caso dei deputati M5S che si sarebbero iscritti al concorso per il ruolo amministrativo di consiglieri parlamentari. Un concorso, va ricordato, che vede a capo della commissione il pentastellato presidente della Camera, Roberto Fico.

Delmastro: “Fuori i nomi dei deputati a concorso”

Grazie al Questore di Fratelli d’Italia Edmondo Cirielli scopriamo che i deputati grillini partecipano al concorso bandito dalla Camera per consiglieri parlamentari. Inaudito! Arraffano tutto! Tirano su tutto! Oggi stesso – ha annunciato Delmastro – presenterò interrogazione parlamentare per sapere i nomi e li pubblicherò, perché vengano sommersi dai vaffa che loro evocavano”. “Che epilogo! Che fine immorale! Ora tutto è chiaro: il loro livore – ha concluso l’esponente di FdI – non era contro la casta, ma era perché loro stessi non erano casta”.

Donzelli: “Dai 5 Stelle comportamenti indegni”

“Erano entrati in Parlamento giurando di volerlo aprire come una scatoletta di tonno. Ormai non solo sono il tonno, ma sono così avidi che, dopo aver messo la colla alle poltrone di governo, da parlamentari provano ad infilarsi persino nei concorsi”, è stato poi il commento alla vicenda di un altro deputato di FdI, Giovanni Donzelli. “Posti a cui puntano persone che magari, dopo anni di sacrifici, vivono da anni nel precariato e sognano un impiego stabile nella pubblica amministrazione. I 5 Stelle – ha quindi sottolineato Donzelli – sono indegni: il presidente Fico faccia chiarezza e risponda al più presto alla lettera del Questore Edmondo Cirielli”.

Protesta anche +Europa: “Un partito di pagliacci”

E a protestare contro l’eventuale partecipazione di parlamentari M5S al concorso è anche +Europa. “Il Movimento 5 Stelle va oltre la casta e trasforma la Camera dei deputati nel suo ufficio di collocamento. La notizia che alcuni deputati grillini si siano iscritti al concorso per collaboratori parlamentari è scandalosa, uno schiaffo – ha sottolineato il vicesegretario del partito, Piercamillo Falasca – a tutti i precari d’Italia”. “E che ci sia chi dice di essere iscritto a mia insaputa, rende tutto più grottesco. Fico prenda immediatamente provvedimenti e impedisca questa vergogna. Il M5S si conferma sempre più come un partito di pagliacci. Solidarietà – ha concluso Falasca – a chi ha creduto nel movimento e ora ne è giustamente deluso”.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Ivan Corea 22 dicembre 2019

    Dio li fa e poi li accoppia ( a proposito di postcomunisti)

  • Giuseppe Malaisi 21 dicembre 2019

    c’è quindi la probabilità che almeno uno di questi risulti vincitore ?
    mah ………

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica