“Verissimo”, Emma racconta cos’è accaduto prima e dopo il ricovero: «Non potevo rischiare…»

sabato 16 Novembre 14:33 - di Redazione
Verissimo

È tra le più amate dal pubblico, non solo da quello giovanile. Emma Marrone va nel salotto di Verissimo e racconta i giorni difficili. Quelli in cui ha dovuto affrontare di nuovo la malattia. La sua grande paura. La sua forza di reazione. «Ho avuto paura», dice a Silvia Toffanin. «Credo che sia stata la cosa che ho detto subito a mia mamma, quando mi ha raggiunto prima dell’intervento»

Poi aggiunge: «Già dirlo mi ha liberato di un peso. Continuerò sempre ad avere paura perché così evito di fare passi sbagliati. E capisco il valore del coraggio».

A Verissimo Emma Marrone ricorda i momenti prima del ricovero. «Avevo appena lanciato il singolo Io sono bella. Durante una visita di controllo mi hanno detto che forse era il caso di risolvere il problema. Non dovevo rischiare. Con sincerità e onestà, per il grande rispetto del mio pubblico, ho ritenuto opportuno dire la verità».

Poi specifica: «Adesso va meglio. È il mio modo di reagire alle cose. Forse avrei dovuto aspettare ancora un po’. La mente in questo fa tantissimo. Ti aiuta a recuperare più in fretta». La spinta morale c’è stata: «Avevo voglia di tornare dal mio pubblico, di fare ascoltare questo disco, di sorridere e di stare bene. La musica è la mia vita».

«Non mi sento arrivata», dice ancora Emma Marrone, sempre a Verissimo. «Ogni mattino mi sveglio e so che devo lavorare tanto. Mi piacerebbe restare, rimanere». Mi piacerebbe «che un domani qualcuno si ricordi veramente di me e delle mie canzoni. Non voglio essere dimenticata».

Il pubblico la segue. E tanto. A meno di un mese dall’apertura delle prevendite, risulta già sold out il concerto all’Arena di Verona il prossimo 25 maggio. Festeggerà compleanno e dieci anni di carriera. Una carriera scoppiettante, che – dopo Amici – annovera anche il trionfo al Festival di Sanremo.

Il video di “Io sono bella”

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *