Poliziotti travolti da un folle contromano, il Mosap: “Paghiamo sulla nostra pelle un gesto inaudito”

30 Nov 2019 15:18 - di Redazione
folle contromano

Un folle contromano semina terrore. Poteva essere un atto terroristico. “I poliziotti del Reparto Mobile di Roma dimostrano per l’ennesima volta coraggio e senso del dovere, pagando sulla loro pelle le conseguenze di un gesto inaudito. Senza il provvidenziale intervento dei colleghi, il gesto avrebbe potuto avere conseguenze ben più gravi”. È quanto dichiarato da Franco Zucchelli, Segretario Provinciale del MOSAP di Roma. Uno sfogo a ridosso di  quanto accaduto in Piazza di Montecitorio dove un automobilista, procedendo contromano in una via adiacente alla piazza, ha travolto i passanti e due operatori del Reparto Mobile.

Gli agenti bloccano il folle contromano

I colleghi sono prontamente intervenuti per bloccarlo al fine di scongiurare quello che poteva anche configurare un possibile attacco terroristico. “Questo dimostra – dice Fabio Conestà segretario generale del sindacato – quanto sia alta l’attenzione nella Capitale e il controllo del territorio. In particolare nel quadrilatero dei palazzi istituzionali, è  molto significativo come i nostri ragazzi, sprezzanti del pericolo, non hanno esitato a fermare quel pazzo con l’auto rimanendo feriti. A loro, coraggiosi operatori della Polizia, dico grazie e un augurio di pronta guarigione”.

Poteva essere un atto di terrorismo

Il folle contromano, un italiano di 50 anni, aveva  imboccato via in Aquirio procedendo contromano. C’erano alcuni agenti del reparto mobile. Uno di loro gli ha intimato l’alt. Ma l’automobilista ha proseguito investendo i due agenti. Lo schema per pensare anche ad un attacco terroristico c’era tutto. L’uomo al volante è stato arrestato. Si tratta di uno sbandato. I due poliziotti feriti sono stati portati al Santo Spirito. Non sono gravi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA