Feltri: «Mio padre era fascista. E lo erano 40 milioni di italiani…» (video)

mercoledì 13 novembre 12:00 - di Redazione
feltri

«Nella vita sono stato tante cose meno che fascista. Se mi accusano di essere fascista, mentono sapendo di mentire». Vittorio Feltri, ospite di Mario Giordano a Fuori dal coro su Rete 4, smentisce chi lo etichetta come fascista, ma rivendica che il padre lo era quando il conduttore gli chiede conto del suo nome, che deriva proprio dalle convinzioni del genitore.

La rivelazione di Feltri sul padre

«È vero mio padre era fascista, ma non per questo mi do delle arie come qualcuno che ha scritto un libro e poi si dà delle arie», ha spiegato il direttore editoriale di Libero. Un chiaro riferimento a Pierluigi Battista e al suo libro che si intitola proprio Mio padre era fascista. Ma quella nei confronti dell’editorialista del Corriere della Sera non è stata l’unica frecciata lanciata da Feltri, che, anzi, ha poi mirato al “bersaglio grosso”.

«Tutti erano fascisti, poi dopo il 25 aprile…»

«Se mio padre era fascista in buona compagnia perché c’erano di 40 milioni di italiani fascisti, che poi il 25 aprile sono diventati antifascisti», ha concluso il direttore, che più volte si è scagliato contro l’ipocrisia di certi antifascisti in particolare in riferimento a quelli che oggi si definiscono tali.

"Nella vita sono stato tante cose ma mai fascista, se qualcuno mi accusa di questo mente sapendo di mentire. Mio padre era fascista ma era in compagnia di altri 40 milioni di italiani. Non mi vanto di questo, ma vengo da lì"Che ne pensate delle parole di Vittorio Feltri?#FuoriDalCoro

Pubblicato da Fuori dal coro su Martedì 12 novembre 2019

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza