Attentato di Londra, anti terrorismo in allerta anche in Italia: vertice straordinario al Viminale

sabato 30 Novembre 13:46 - di Federica Parbuoni
terrorismo

Apparati anti terrorismo italiani allerta dopo gli attentati di ieri a Londra e L’Aja. Stamattina al Viminale si è svolta una riunione straordinaria del “Casa”, il Comitato di analisi strategica antiterrorismo. Le autorità italiane mantengono la “massima attenzione” e un serrato “monitoraggio” della situazione, benché non risultino contatti dell’attentatore di Londra con il nostro Paese.

Nessun legame tra l’attentatore di Londra e l’Italia

Durante il “Casa” è stata ribadita la necessità di mantenere alta la guardia per prevenire eventuali azioni di “lupi solitari” intenzionati a colpire in nome del jihad, come avvenuto ieri nella capitale britannica e in Olanda. Gli approfondimenti investigativi immediatamente compiuti sull’autore dell’attentato di Londra hanno comunque consentito di appurare che il responsabile non ha connessioni con il nostro Paese, né in termini di residenza né di permanenza temporanea.

L’esperto: “L’Isis non è depotenziato”

Secondo il  direttore del Centro di ricerca sulla sicurezza e il terrorismo, Ranieri Razzante, “possiamo solo augurarci che atti del genere non accadano più”. L’uccisione di Al Baghdadi e la sconfitta militare dell’Isis, infatti, non hanno cambiato sostanzialmente il rischio attentati. “Anche se sono stati inferti colpi durissimi, questi – ha ricordato l’esperto – non sono serviti a depotenziare l’Isis. Mentre c’è un modello, lanciato dall’Isis, che permette ad una persona di compiere un atto terroristico preparato in casa”.

Meloni: “Al terrorismo rispondiamo con l’identità”

Per Razzante, inoltre, “è possibile che ci sarà una flessione dei viaggi durante le vacanze natalizie. Ma, come è accaduto in passato, si tratta solo di un impatto emotivo. Poi si tornerà al flusso di sempre”. Proprio l’avvicinarsi del Natale, però, è spunto anche per un’altra riflessione: “Si avvicina il Natale cristiano e gli integralisti islamici vogliono diffondere paura. Motivo in più per non cedere un millimetro su nostre tradizioni e identità“, ha scritto sui suoi social Giorgia Meloni, commentando l’ennesimo, orribile attentato che ha colpito Londra.


Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *