Revenge porn sull’ex compagno: stavolta la vittima del ricatto è un uomo

giovedì 3 ottobre 11:52 - di Redazione
Revenge porn

Revenge porn, l’ultimo caso nell’Agrigentino. Una donna perseguita e diffonde video e foto intime dell’ex compagno. Per lei scatta immediatamente il divieto di avvicinamento. Per lui, invece, parte il codice rosso. Caso raro, per la prima volta  la vittima del ricatto digitale è un uomo.

Revenge porn, stavolta la vittima del ricatto è un uomo

Dunque, stavolta l’aguzzino è una donna che perseguita e diffonde video e foto intime dell’ex compagno. È accaduto a Cammarata, nell’Agrigentino, dove i carabinieri hanno eseguito una misura cautelare emessa dal gip presso il Tribunale di Sciacca su richiesta della Procura della Repubblica. Colpita dal provvedimento una donna, indagata per il reato di diffusione illecita di immagini e di video sessualmente espliciti, il cosiddetto “Revenge porn” . Un reato introdotto dalla recente legge sul Codice rosso. La pena, come noto, prevede condanne fino a sei anni per quella che è una delle condotte oggi più diffuse e dannose. Un reato che può avere effetti devastanti sulla vita delle persone colpite.

Revenge porn, scatta il “Codice rosso” introdotto ad agosto

Come spiegano gli inquirenti, quindi, «la donna raggiunta dal provvedimento cautelare dell’autorità giudiziaria, incapace di accettare la fine della relazione con l’ex compagno, aveva iniziato a perseguitarlo. L’escalation rapidissima di aggressività della donna, culminata con la pubblicazione di filmati e foto che riprendevano momenti intimi della coppia, è stata immediatamente posta all’attenzione dalle autorità, che hanno tempestivamente provveduto all’adozione del provvedimento, applicato secondo le disposizioni contenute nel nuovo “codice rosso”, introdotto ad agosto».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza