Meloni a Mattino Cinque: «Io con gli emarginati, la sinistra a Capalbio a bere champagne» (video)

martedì 29 ottobre 11:14 - di Gabriele Alberti
Meloni

“Meloni in doppia cifra”. A Mattino Cinque” la presidente di Fratelli d’Italia incassa gli elogi per un percorso politico lineare, coerente e premiante. Si parte dal voto in Umbria, che “mi fa essere molto ottimista sul risultato nazionale. Abbiamo preso la nostra strada senza scorciatoie, questo ci ha premiato”. Forte del 10,4%, Giorgia Meloni, scommette sulle prossime politiche.

“Siamo in doppia cifra. Coerenti e cocciuti”, ha rivendcato in un passaggio dell’intervista condotta da Francesco Vecchi: “Sono fiera di stare in mezzo agli emarginati. E’ lì la ragione per cui noi del centrodestra prendiamo il 40%. Mentre loro stanno a piedi nudi vestiti di bianco a bere champagne, noi stiamo in mezzo alla gente…”. Ottimo il servizio mandato in onda su Canale 5 che ripercorre le tappe di un successo costruito giono dopo giorno dalla Meloni.

Lega e Fdi pronti a governare da soli senza Fi? : è la domanda maliziosa. ”Governare da soli no, più la coalizione è ampia, oltre al programma comune, meglio è”, è stata la risposta. ”Dopo il risultato in Umbria, il racconto di una certa sinistra su una destra spaventosa, impresentabile – sottolinea la leader di Fdi – non regge più. Quando ti vota il 50% significa che quello che hai raccontato sono i problemi delle persone”.

“C’è una città totalmente fuori controllo. La giunta capitolina, l’amministrazione Raggi sul tema dei rifiuti, hanno dato il peggio di sè”. Lo ha detto Giorgia Meloni a ‘Mattino Cinque’, su Canale 5. “Roma ha bisogno di scelte coraggiose, ha bisogno di un candidato assolutamente competitivo e, soprattutto, concreto che si rimbocchi le maniche senza credersi migliore degli altri”. Lo ha detto Giorgia Meloni, ospite di ‘Mattino Cinque’.

Il discorso porta a Roma, una Capitale oggi depressa dalla giunta Raggi. Pronta la Meloni sul tema: “Riporterò nelle prossime ore in Parlamento il tema dei poteri di Roma capitale. Non penso che mi ricandiderò da sindaco di Roma, è una strada -tiene a precisare – che ho già percorso, ma Roma ha bisogno di un progetto serio e credibile. E’ un simbolo. E se rinunciamo a quel simbolo, o lo rendiamo impresentabile, penalizziamo la nostra storia».

Si cambia argomento e si passa a parlare dell’argomento che ha tenuto banco in queste ore nei piani alti del potere politico.:  Draghi capo dello Stato? La Meloni, che con FdI sta rilanciando una battaglia storica, il presidenzialismo, la risposta non è che una: “Se lo votano gli italiani, ma io non lo candiderei”. ”Il punto, però -avverte le presidete di Fratelli d’Italia – è come si sceglie il prossimo capo dello Stato. E’ scandaloso che una minoranza arrogante”, come quella M5S-Pd,  “scelga anche il presidente della Repubblica”. Per questo ”stiamo raccogliendo 50mila firme per l’elezione diretta del capo dello Stato, così il prossimo se lo scelgono gli italiani”.

GIORGIA MELONI A "MATTINOCINQUE" 29-10-2019

In diretta da MattinoCinque. Una buona giornata a tutti voi!

Pubblicato da Giorgia Meloni su Martedì 29 ottobre 2019

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Luca Bellagamba 29 ottobre 2019

    Piccolo addendum: anche la sig.ra Palombelli non ha perso occasione per fare la sua bella figuraccia con Giorgia Meloni ieri difendendo chiaramente il quotiano la repubblica. Chiaro no?! Le ha dato da vivere per 10 anni e si è detta onorata di aver avuto Scalfari come maestro, ricordando altresì un passato di fascista del sig. Eugenio. E brava la Palombella rossa: oggi però mangia alla corte di zio Silvio a Mediaset con ben 3 trasmissioni su Rete4 e Canale5. Quando si dice coerenza di rosso vestita.

  • Luca Bellagamba 29 ottobre 2019

    Elezione diretta del Capo dello Stato: battaglia decennale della Destra che vuole dare al popolo la possibilità di scegliersi il proprio presidente. Basta con le scelte del palazzo, o per meglio dire, “del condominio”. La gente, il Popolo sovrano vuole decidere chi deve rappresentarlo e che garantisca la democrazia, la trasparenza e l’onestà delle istituzioni, il peso politico internazionale del nostro Paese. Basta presidenti di sinistra, basta inciuci, basta ingoiare rospi rossi, amari e velenosi. Aprite gazebo in tutte le piazze italiane: oggi FdI ha il peso politico e il riconoscimento insindacabile del popolo italiano, un endorsement (come dicono quelli bravi) che abbiamo atteso per decenni. Ora o mai più: in tema referendario vada il tetto alla tassazione, ma è ancora più importante il referendum per l’elezione diretta del Presidente della Repubblica. Il Popolo lo reclama a gran voce! E se serve una mano, chiamate: ci siamo!

  • Rodolfo 29 ottobre 2019

    Giorgia Meloni è un politico onesto, coraggioso, coerente che merita la fiducia.

  • In evidenza