Le chiavi di Firenze a Richard Gere. Lega, FdI, Fi e M5S: «Premiato per la sceneggiata coi migranti»

martedì 8 ottobre 9:52 - di Massimo Baiocchi
Richard Gere

Firenze assegna le Chiavi della città a Richard Gere ed è polemica. La motivazione: è impegnato nella difesa dei diritti umani. Come l’ha dimostrato? Quando lo scorso agosto si recò a Lampedusa facendosi fotografare con i clandestini sulla nave ong.

La consegna da parte del sindaco Dario Nardella della riproduzione fedele delle chiavi delle antiche porte della città si terrà lunedì prossimo, 14 ottobre, nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio. Insorge la Lega. «La consegna delle Chiavi della città di Firenze a Richard Gere è solo mera pubblicità a buon mercato per il sindaco Nardella. Una passerella hollywoodiana inutile. Ma è soprattutto una provocazione politica».

Dura la posizione del consigliere regionale Jacopo Alberti. «Quali sarebbero i meriti che si riconoscono all’attore americano Richard Gere rispetto a Firenze? Quale sarebbe il legame con la città? Nardella sfrutta un simbolo di Firenze per fare propaganda politica e farsi pubblicità».

All’attacco anche i capigruppi dell’opposizione in Palazzo Vecchio, dalla Lega a Fratelli d’Italia, da Forza Italia al M5S. «Il sindaco Nardella ne ha pensata un’altra delle sue: consegnare le chiavi della città di Firenze a Richard Gere. Il noto attore e sex symbol hollywoodiano è famoso negli ultimi tempi, più che per le sue interpretazioni, per le “imprese” umanitarie. Ad esempio trascorrere una mezza giornata a bordo di una nave di una ong piena di migranti clandestini a Lampedusa». «Una scelta, quella del sindaco – sottolineano – che non ci sorprende, vista la parte politica da cui proviene. Ma che non di meno ci indigna come fiorentini. Nardella, oer conquistare le prime pagine dei giornali, fa uno spot per l’immigrazione clandestina,, E rende Firenze capitale mondiale del buonismo radical chic. Semplicemente, una vergogna per Firenze e i fiorentini».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Carlo Nobile 9 ottobre 2019

    Per l’attore americano Richard Gere,ci voleva un po di pubblicità in Italia,a trovato il giusto modo a bordo della nave ONG. Ma tale pubblicità e positiva solo per una parte politica,una minoranza dire che lo premia consegnando al di lui attore le chiavi di Firenze.Si vergogni il sindaco di quel gesto anti italiano.il su menzionato attore non a merito alcuno in Italia e non mi risulta che ne abbia nella città di firenze.Il sindaco in questione cerchi di gestire bene la sua bella Firenze, e lasci stare sia l’attore che i falsi migranti che starebbero molto meglio alle loro case.Bravo Richard Gere,nel farsi pubblicità veramente molto bravobravo

  • Giuseppe Tolu 8 ottobre 2019

    Dategli anche quelle delle patrie galere!

  • In evidenza