Johnson: “Presentato il piano Brexit alla Ue, ma il 31 ottobre usciremo comunque”

mercoledì 2 ottobre 16:43 - di Giovanni Trotta

La Gran Bretagna ha presentato “proposte ragionevoli e costruttive” sulla Brexit di accordo all’Ue, ma uscirà comunque dall’Unione Europea il 31 ottobre “accada quel che accada”. Lo ha dichiarato il primo ministro Boris Johnson alla conferenza dei conservatori a Manchester. “Se non riusciremo ad avere un accordo, che non ci siano dubbi, l’alternativa è il no deal“, ha ribadito. “E’ una eventualità alla quale siamo pronti”, ha assicurato.

Johnson: spero che la Ue capisca

Johnson ha dichiarato che la sua offerta comprende “compromessi” da parte britannica, auspicando che Bruxelles lo capisca e faccia altrettanto. La proposta che dovrebbe sostituire la controversa clausola di backstop sul confine irlandese, verrà resa nota in giornata. Ma intanto Johnson ha assicurato ai delegati del partito conservatore che “in nessuna circostanza” vi saranno controlli al confine irlandese. Ci sarà anche, ha dichiarato, “un processo di consenso democratico da rinnovare” presso l’Assemblea nordirlandese di Stormont sul procedere dei rapporti con l’Ue. Johnson è poi tornato sul suo pallino dell’uso di soluzioni tecnologiche per evitare un confine “duro”. Non voglio, ha detto, che un accordo diventi impossibile “a causa di quella che è essenzialmente una discussione tecnica sulla natura dei futuri controlli doganali, quando la tecnologia non fa che migliorare”. Secondo Johnson, l’offerta del suo governo punta a “proteggere i regolamenti esistenti per i contadini e altre imprese dalle due parti del confine”, permettendo allo stesso tempo “all’intero” Regno Unito di ritirarsi dall’Ue “mantenendo fin dall’inizio il controllo sulla propria politica commerciale”.

Ue, oggi Juncker esaminerà il piano

Il Regno Unito presenterà oggi pomeriggio alla Commissione Europea una proposta alternativa al backstop, che è il principale ostacolo sulla via di un accordo per il ritiro del Regno Unito dall’Ue. Lo annuncia la portavoce capo della Commissione Europea Mina Andreeva, durante il briefing con la stampa a Bruxelles. Il capo negoziatore dell’Ue per la Brexit Michel Barnier, spiega la Andreeva, “ha informato il collegio dei commissari riguardo al ritiro del Regno Unito dall’Ue. Il presidente della Commissione Europea Jean-Claude Juncker avrà una telefonata con il primo ministro britannico Boris Johnson. Questo pomeriggio ci saranno discussioni a livello tecnico, con David Frost e con il team britannico”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza