In manette 2 presunti scafisti moldavi. Trasportarono 64 immigrati irregolari dalla Turchia

venerdì 25 ottobre 18:53 - di Redazione
Il governo giallo-rosso riapre i porti alle Ong, agli scafisti e all'immigrazione selvaggia

Finiscono in manette a Foggia due presunti scafisti moldavi. Gli agenti della Squadra Mobile di Foggia hanno arrestato due cittadini di nazionalità moldava, di 29 e 23 anni. Sono accusati di aver trasportato sulle coste reggine 65 cittadini stranieri irregolari provenienti dalla Turchia.

Arrestati due presunti scafisti moldavi

Gli immigrati irregolari erano arrivati lo scorso 14 ottobre su una barca a vela lunga 12 metri. I due moldavi sono stati notati sabato scorso dalla polizia ferroviaria di Foggia all’interno della stazione. Nonostante l’apparente regolarità della documentazione in loro possesso, gli agenti hanno notato alcune circostanze sospette. E hanno approfondito alcuni aspetti. Dopo averli perquisiti, gli agenti hanno trovato all’interno dello zaino di uno di loro materiale sospetto. Utile per ipotizzare un coinvolgimento diretto nel favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

Avevano trasportato 64 irregolari dalla Turchia

I due moldavi sono stati individuati come i responsabili dello sbarco del 14 ottobre per il quale erano già state raccolte altre prove da parte della Squadra Mobile di Reggio Calabria. Così la Procura di Locri ha emesso il decreto di fermo. L’accusa è di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. I due moldavi sono ora in attesa della convalida del fermo e della ordinanza di custodia cautelare in carcere emesse dal gip del Tribunale di Foggia.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza