Da Rousseau a Zingareau: il Pd copia il M5S con i consulti online e lo slogan “tu vali tu”

25 Set 2019 15:15 - di Redazione

Una applicazione per connettersi con gli iscritti, comunicare con loro e ricevere idee e proposte. Che vi ricorda? Ma la piattaforma Rousseau, naturalmente. Ed è proprio questa l’idea che ha ispirato la nuova iniziativa del Pd per un partito più partecipato. Il Partito democratico punta dunque sul web e a ottobre, come viene spiegato in un breve video condiviso su Facebook dal segretario Nicola Zingaretti, lancerà la sua ‘Pd app’ scaricabile su App Store e Google Play. Pagando una quota associativa mensile di un euro, l’iscritto potrà accedere a diverse funzioni, come la sezione ‘consultazioni’ dedicata ai sondaggi, in cui “si offrirà la possibilità di dire la propria sui principali temi sociali e politici”. Tra le novità anche la sezione ‘contributo’, dove l’utente potrà visionare le proposte di legge del Pd ed eventualmente apportare modifiche, oltre a “interloquire con la propria amministrazione comunale, per chiarimenti e proposte”. Lo slogan, che ricalca quello grillino “uno vale uno”, sarà “tu vali tu”.

La app non vive separatamente dalla struttura del partito, dovrebbe servire a rivitalizzare i circoli, ”è complementare e non intende superarli”. Ai tempi dei social, il Pd prova quindi la sua versione 2.0, giusto per non rimanere indietro rispetto all’alleato pentastellato.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA