Carabiniere ucciso, l’americano Natale Hjorth cercava di acquistare coltelli su Amazon

14 Set 2019 16:35 - di Redazione

Christian Gabriel Natale Hjorth aveva fatto ricerche sul web per acquistare un coltello “tattico” molto simile a quello trovato accanto al suo letto nella stanza dell’hotel “Le Meridien”, dove alloggiava con il connazionale, Finningan Lee Elder, reo confesso dell’omicidio del vicebrigadiere dei carabinieri Mario Cerciello Rega. Si tratta di un tipo  diverso di coltello da quello utilizzato per colpire il carabiniere.

La circostanza emerge  dall’informativa di 74 pagine dei carabinieri del Nucleo Investigativo depositata ieri in vista del Riesame di Natale Hjorth previsto per lunedì.

Nelle carte, gli investigatori citano uno scambio di messaggi Whatsapp che risale al 2 maggio tra Natale Hjorth e la sua fidanzata. “L’indagato invia alla ragazza -scrivono i carabinieri – un link Amazon inerente un coltello “tattico” con chiusura a molla, che verosimilmente vorrebbe acquistare. Lo stesso è molto simile per fattura a quello rinvenuto nella camera dell’hotel dove i due indagati sono stati sorpresi dopo l’omicidio e, in particolare, su un tavolino posto accanto al lato del letto dove dormiva”. Un coltello, cioè, simile a quello con cui i due americani hanno assassinato il carabiniere Cerciello.

Va dunque a meglio delinearsi la figura dei due statunitensi  erroneamente ritenuti, all’inizio, semplici studenti truffati da uno spacciatore. Fra le immagini trovate dagli investigatori nei cellulari di Christian Gabriel Natale Hjorth e di Finningan Lee Elder ci sono alcune che li ritraggono a maneggiare con molta, troppa disinvoltura, armi, droga in quantità e parecchio denaro.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA