Boschi cerca poltrone e c’è chi la candida alla presidenza del Pd o addirittura della Rai

giovedì 12 settembre 16:32 - di Redazione

È attivissima in questi giorni Maria Elena Boschi. Agguerrita e combattiva. Vanta persino i meriti del Jobs Act: “Se disoccupazione è sotto il 10% è merito del JobsAct, non di altro. Quando siamo partiti eravamo oltre il 13, adesso sotto il 10% #TempoGalantuomo”, ha scritto su Twitter.

Il suo nome spunta qua e là nelle cronache politiche. Nel Pd è vacante la poltrona di presidente, prima occupata da Paolo Gentiloni, ora fresco di nomina europea. Tra i papabili c’è Sandra Zampa, prodiana, ulivista, 63 anni, convinta sostenitrice della vocazione maggioritaria del Pd, già vicepresidente. Ma anche Roberta Pinotti. Genovese, classe 1961, già ministro della Difesa nei governi Renzi e Gentiloni. E proprio Roberta Pinotti fa il nome di Maria Elena Boschi come possibile presidente del partito: “Non sarebbe male – afferma – dare l’incarico a un esponente della minoranza”. Tra i nomi in lizza anche quello di Marina Sereni, 59 anni, che nella passata legislatura è stata vicepresidente della Camera.

Ma il Pd preme anche per il cambio della guardia alla presidenza Rai. E guarda caso anche in questo caso spunta il nome di Maria Elena. A citarla è Klaus Davi in un articolo su Affari italiani: “I nomi snocciolati sono quelli di Stefano Coletta (attuale direttore di Rai Tre), Antonio di Bella (forte di una Rai News tornata autorevole e con l’auditel in poppa), Concita De Gregorio (columnist di Repubblica schierata con il me too quindi perfetta per una servizio pubblico  politically correct)  e non poteva non mancare Ferruccio de Bortoli (al quale però è stata offerta più volte quella poltrona ma ha sempre detto no). Qualcuno ha tirato  fuori il nome di Maria Elena Boschi, a secco di ministeri, ma vogliosa di tornare sulla scena da protagonista assoluta”.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Sabatangelo 13 settembre 2019

    E’ semplicemente rivoltante.

  • In evidenza

    contatore di accessi