Roma, papà e figlioletto si imbattono nei cinghiali sotto casa: salvati da un Suv (video)

mercoledì 7 agosto 11:15 - di Redazione

Sembra un film. Ancora cinghiali che scorazzano per la Capitale tra la gente terrorizzata. Da mesi le notizie si moltiplicano, così come le proteste. L’ultima, in ordine di tempo, riguarda il quartiere Spinaceto. Come riporta il Messaggero, un papà passeggiava con una bimba di 20 mesi sotto casa. Improvvisamente vede un gruppo di persone che si sbraccia verso di lui e gli lancia dei segnali indicando di raggiungere l’altro lato della strada.  Si gira, guarda dietro di sé ma non vede nulla. Solo poco dopo nota due cinghiali di grossa taglia attorniati da cinque cuccioli che lo ha puntato e velocizza il trotto per andargli minacciosamente incontro: «Ero pietrificato, stavano per caricare me con tutto il passeggino».

Un Suv bianco spaventa i cinghiali

Per fortuna passa un Suv bianco. Dentro l’automobilista che osserva la scena si mette a suonare il clacson come un matto. È la tecnica che usano i residenti in presenza dei cinghiali: quando escono a portare fuori il cane si portano sempre appresso o i coperchi delle pentole per spaventarli o delle trombette tipo quelle di carnevale. La strategia è spaventarli. Non sempre ci si riesce. Gli animali si sono allontanati. «Io non so davvero cosa sarebbe potuto succedere se non fosse arrivato quell’automobilista, sono sconvolto», racconta. A Spinaceto e Casal Brunori i cinghiali si muovono in branchi di sette otto esemplari e nei mesi scorsi hanno già attaccato sette cani che hanno riportato ferite profonde.

Un precedente quando i cinghiali sono andati a cibarsi nel cimitero della Cassia.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi