Meloni: “Clandestini e rom non pagano il biglietto, la napoletana incinta viene multata”

venerdì 16 agosto 16:01 - di Redazione

«Vergogna a Napoli. Una donna incinta comincia ad avere le doglie, è sola e per strada, non si perde d’animo e prende un autobus per andare in ospedale. Ma arriva il controllore e invece di aiutarla ad arrivare in ospedale le fa la multa e la fa scendere perché è senza biglietto. Lei partorisce pochi minuti dopo, per fortuna è andato tutto bene ed ha messo al mondo una bella bambina. (Leggi che cosa è successo a NapoliOggi l’azienda di trasporto napoletana ANM invece di chiedere scusa per lo schifo accaduto conferma che la donna deve pagare la multa». Lo scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Meloni alla 28enne napoletana: “Sto dalla tua parte”

«Stiamo parlando di una azienda di trasporto pubblica – prosegue – di proprietà del comune di Napoli dove ogni giorno circolano migliaia di clandestini e nomadi che non hanno mai pagato un biglietto in vita loro, una azienda dove si stima che il 60% dei passeggeri viaggia senza biglietto. Ma che diventa intransigente oltre ogni buon senso se si tratta di una partoriente. Il sindaco De Magistris non ha proprio nulla da dire? I miei auguri alla neo mamma e alla sua piccola, speriamo di costruire per lei una Italia migliore», conclude.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • MARIO 19 agosto 2019

    DACCORDISSIMO CON CARA MELONI QUESTO è RAZZISMO CONTRO GLI ITALIANI SUBITO HAI VOTI E GOVERNO CHE BUTTI FUORI TUTTI QUESTI CLANDESTINI. BUONA GIORNATA!

  • Giuseppe Forconi 18 agosto 2019

    La versione ve la do’ io. E’ piu’ facile fare una multa ad una concittadina che ad un rom o ad un negro….. per non tornare a casa con le ossa rotte. Questa e’, purtroppo, la verita’.

  • pietro meucci 17 agosto 2019

    Fossi il marito della signora sporgerei una colorita denuncia contro il controllore per omissione di soccorso e ostacolo all’autosoccorso. Sei mesetti di galera e senza stipendio gli farebbero mettere un po’ di giudizio nella sua testa vuota.

  • Dario 17 agosto 2019

    Appare quanto meno strano che l unico controllore che a Napoli fà il suo dovere diventi un colpevole di qualcosa senza nemmeno sentire sua versione…. La signora incinta ha chiamato ambulanza? Oppure autobus é da considerarsi la stessa cosa?

  • Giuseppe Forconi 17 agosto 2019

    In Italia oramai puo’ accadere di tutto, un popolo ( una volta italiano ) ora totalmente avvinazzato e pieno di grappa fin o al collo, bacerebbe il deredano ad un rom ,ma invece fa una multa ad una partoriente, purtroppo italiana….. ! Vi aspetto al bar per un’altra grappa imbecilli.

  • Armando Stavole 17 agosto 2019

    Se ci lasciamo fuorviare dalle varie chiacchiere, paure viscerali o peggio comprare dalle solite promesse dei soliti piu’ che noti, allora vuol dire che, povera patria mia, siamo un popolo irrecuperabile senza spina dorsale e midollo.

  • In evidenza