Massa Carrara, giovane marocchino uccide il padre a coltellate sotto casa

martedì 6 agosto 11:06 - di Redazione

Un giovane marocchino ha ucciso il padre a coltellate dopo una furibonda lite. È successo a Montignano, in provincia di Massa Carrara. Padre e figlio erano sotto casa, nell’area parcheggio. Al termine di una lite, il giovane 26enne ha estratto un coltello e ha colpito ripetutamente il genitore di 62 anni. Poi è scappato, a piedi, a torso nudo e insanguinato, facendo perdere le sue tracce. A dare l’allarme sono stati i vicini.

L’orrore a Montignano, provincia di Massa Carrara

I medici hanno tentato di rianimare l’uomo steso a terra nel parcheggio, ancora con il coltello infilato nel petto. Ma è stato tutto inutile. Il 62enne è deceduto lì, davanti a tanta gente. Le forze dell’ordine, come riporta la Nazione,hanno dato il via a una vera e propria caccia all’uomo. Secondo quanto si è potuto accertare, tra padre e figlio non correva buon sangue da molto tempo. Numerose le liti in famiglia, anche molto accese. Una famiglia numerosa, quella marocchina – marito, moglie e cinque figli – che abita da alcuni anni proprio in quella via, in uno degli alloggi popolari.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi