Grillo scende in campo per Conte. E Di Maio telefona a Zingaretti: «Togli il veto»

domenica 25 agosto 15:08 - di Redazione

È guerra di nervi. O meglio, guerra psicologica. Non volete Conte? Noi ve lo riproponiamo. Scende di nuovo in campo Beppe Grillo, dopo la brusca frenata su Renzi. E scrive un altro elogio al premier uscente. In un post sul suo blog, in cui vengono passati in rassegna i contenuti postati durante la settimana, il garante M5S pubblica un estratto dell’articolo del 23 agosto dedicato al Presidente del Consiglio dimissionario.

«Saluto con grande piacere il professor Giuseppe Conte», si legge. «Lo abbiamo visto attraversare una foresta di dubbi e preoccupazioni maldestre, faziose e manierate, che ha saputo superare grazie a dei requisiti fondamentali per la carica che è destinato a ricoprire: la tenuta psicologica e l’eleganza nei modi…».

«Così – aggiunge Grillo – scrivevo a proposito del nostro presidente del Consiglio, a maggio del 2018 e questo è il mio pensiero a distanza di un anno».

Immediatamente Di Maio agisce. E lo fa nell’ennesimo colloquio telefonico con Nicola Zingaretti. A quanto si apprende da fonti qualificate, nel corso della telefonata, il capo politico 5 Stelle avrebbe nuovamente proposto il nome di Giuseppe Conte come premier del prossimo governo. E ha evidenziato che tutto il Movimento «è leale» nei confronti del presidente del Consiglio uscente. Proprio per questo, non accetta veti sul suo nome.

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • maurizio pinna 25 agosto 2019

    Mi sa che i compagni dovranno baciare il rospo ovvero il conte dei profiterol, insomma le assatanate signore in rosso che da una settimana vanno in televisione con gli occhi lucidi dovranno portare il caffè al sedicente nobiluomo , buon lavoro, pour ainsi dire.

  • In evidenza

    contatore di accessi