Nonostante l’attivismo dell’Anpi, su Mussolini e i partigiani gli studenti non hanno capito nulla…

venerdì 5 luglio 15:44 - di Redazione

Col gran parlare di fascismo cui assistiamo ormai da almeno due anni il tema dovrebbe essere tra i banchi di scuola all’ordine del giorno. E invece, a scorrere gli strafalcioni più assurdi commessi da maturandi, il risultato di tanto agitarsi – anche e soprattutto da parte dell’Anpi – sembra essere un boomerang.

Il rischio è che si ritenga fascista chi fascista non è (ad esempio Matteo Salvini ) mentre si ignora cosa accadde veramente al protagonista del fascismo stesso, cioè Benito Mussolini. Così è potuto capitare che in un istituto di Genova alla domanda su chi avesse liberato Mussolini la risposta sia stata: “I partigiani”. I partigiani invece lo imprigionarono e lo uccisero (almeno secondo quella che è la versione corrente) ma di certo non lo liberarono. Il Duce invece, prigioniero sul Gran Sasso dopo l’8 settembre 1943 per ordine di Badoglio, fu liberato dai tedeschi e la missione fu condotta dal capitano Otto Skorzeny.

Ma gli strafalcioni non si fermano qui: sorprendente anche il fatto che qualche studente abbia indicato come attuale presidente della Repubblica Giacomo Matteotti (forse per l’assonanza con il cognome Mattarella…) mentre non si può che sorridere della definizione data su D’Annunzio: il poeta water o anche il poeta estetista... Completa la collezione la risposta fornita in un liceo scientifico di Napoli alla domanda su chi fossero i futuristi: Filippo, Tommaso e Marinetti. 

Notevole anche la risposta data da uno studente davanti a un’immagine del quadro “Guernica”: ha affermato convintamente che l’autore del dipinto era Pablo Escobar… C’è stato anche chi ha sostenuto che la Guerra Fredda sarebbe stata chiamata così perché è stata combattuta senza sentimento o in Siberia, dove le temperature non superano lo 0. Scivoloni esilaranti, che uniscono una buona dose di impreparazione a un’altrettanto consistente dose di creatività. Ma, oltre alle risate, non sarà il caso di riflettere sui risultati cui siamo giunti anche grazie alla continua svalutazione di una materia fondamentale come la storia?

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Beppe 5 luglio 2019

    …solo per amor di verità… la liberazione di Mussolini venne attribuita a Skorzeny (che appare nella foto accanto a Mussolini) per motivi propagandistici, ma di fatto l’operazione fu condotta dai paracadutisti del generale Student al comando del maggiore Mors… evitiamo, appunto, gli strafalcioni…!!

  • In evidenza

    contatore di accessi