Furto in autogrill: in manette la moglie di Gianni Nazzaro

martedì 11 giugno 15:43 - di Redazione

La Polizia Stradale di Frosinone ha arrestato questa mattina, in esecuzione di una misura cautelare emessa dal gip del Tribunale, Nadia Ovcina, moglie e manager del cantante Gianni Nazzaro, ritenuta responsabile di un furto avvenuto il 3 maggio scorso all’interno dell’Autogrill La Macchia Ovest di Anagni. Le indagini sono partite a seguito del furto di un Hoverboard della Ducati Corse, articolo in edizione limitata, del valore di circa 200 euro. Lo scooter elettrico era stato preso da una donna che si era introdotta nel market e lo aveva portato all’esterno eludendo i dispositivi antitaccheggio.

La donna accompagnava il marito a un concerto

La donna, 77 anni, era poi entrata in un’auto con due uomini a bordo che la attendevano nel parcheggio esterno dell’Autogrill. Con l’aiuto delle immagini riprese dai sistemi di videosorveglianza dell’area di servizio la polizia stradale è riuscita a risalire all’auto. Il mezzo con la quale la donna, con precedenti penali specifici, si era allontanata lungo l’autostrada in direzione Sud. Insieme a lei c’erano figlio e marito, per raggiungere una località della Puglia ove era in programma un’esibizione canora.

La refurtiva ritrovata nella casa di Gianni Nazzaro

La perquisizione dell’abitazione romana della coppia aveva permesso pochi giorni dopo di trovare e sequestrare l’Hoverboard rubato. La donna si trova ora agli arresti domiciliari e dovrà rispondere di furto aggravato in concorso con il figlio che risulta il proprietario dell’auto utilizzata per allontanarsi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza