Ad Albano bambini a rischio violenza nel parco pubblico: ma il sindaco non parla

giovedì 6 giugno 12:00 - di Federica Nobilio*
Gravissimo l’episodio accaduto nel parco pubblico di Villa Ferrajoli ad Albano dove un drogato, dopo aver molestato diverse ragazze, ha aggredito con violenza una bambina di 9 anni che andava in bicicletta.
Unico spazio a disposizione dei nostri bambini, quei giardini sono da troppo tempo anche il regno serale di tossici e balordi. Una zona franca in pieno centro città. Abbiamo denunciato più volte lo stato di degrado e di insicurezza in cui versa quell’area che invece meriterebbe un’attenzione particolare essendo frequentata dai più piccoli.  Ma come sempre con questa amministrazione tutto cade nel vuoto.

Sguarnito il territorio

Invece di provvedere ad implementare il corpo della polizia locale  si sceglie di condividerlo con Castel Gandolfo sguarnendo di fatto Albano di un fondamentale presidio del territorio, della tanto sbandierata videosorveglianza in arrivo neanche l’ombra, per non parlare della proposta di chiudere ville e giardini la notte mai presa nemmeno sul serio. Se non è accaduto il peggio lo dobbiamo solo ad una comunità che per fortuna ad Albano ancora esiste e non si gira dall’altra parte certamente non grazie a chi ci governa che ha completamente abbandonato a se stessa la nostra città non garantendo né sicurezza, né decoro, né rispetto per i propri concittadini!

Il sindaco deve rispondere

Il Sindaco ci deve delle risposte: pronta l’interrogazione consiliare che depositeremo in questi giorni nel frattempo stiamo valutando iniziative sul territorio di denuncia e sensibilizzazione sul tema della sicurezza.
*Capogruppo FdI Albano

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza