Ricerca, basta trapianti di grasso: creata la pelle che andrà a sostituire i tessuti molli

venerdì 3 maggio 14:56 - di Redazione

Un importante, forse decisivo, passo avanti nel trattamento del problema della perdita dei tessuti molli. Un team di chirurghi plastici e scienziati dei materiali ne ha infatti inventato una “pelle” sintetica, che è risultata ben tollerata e in grado di facilitare la crescita delle cellule e dei vasi sanguigni. Questo nuovo materiale mantiene la sua forma senza essere eccessivamente denso, superando gli attuali filler tissutali, che tendono a essere troppo morbidi o non abbastanza porosi per consentire alle cellule di muoversi e iniziare a ricrescere i tessuti. Lo studio è stato oggetto di un approfondito confronto scientifico sulla rivista Science Translational Medicine. «Come chirurgo plastico – è l’analisi di Sashank Reddy, docente di chirurgia plastica e ricostruttiva della Johns Hopkins University School of Medicine – vedo ogni giorno pazienti che perdono tessuti molli come pelle, grasso e muscoli, a causa della chirurgia del cancro, per traumi o altri problemi. Attualmente le nostre opzioni sono limitate agli impianti, che sono però a rischio di fibrosi e altri problemi, o al prendere in prestito tessuti provenienti da altre parti del corpo, che possono causare deformità».

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

In evidenza