“Preghiamo insieme?». Nigeriano invita una ragazzina a seguirlo e poi la stupra nei giardinetti

sabato 25 maggio 14:52 - di Redazione

Violenza sessuale in un parco vicino alla stazione di Bologna. La vittima è una ragazza nigeriana di 23 anni, richiedente asilo, che ieri mattina, verso le 6, si era recata in stazione centrale per accompagnare un parente. All’uscita, in via Carracci, la ragazza ha riferito alla polizia di essere stata avvicinata da uno sconosciuto, un connazionale, che le avrebbe proposto di pregare assieme. La ragazza l’avrebbe seguito all’interno del Parco di Villa Angeletti, dove lui, un 30enne, avrebbe abusato sessualmente di lei. La giovane si è quindi rivolta alla polizia ferroviaria e successivamente ha sporto denuncia alla Questura di Bologna. Ora, gli agenti della squadra mobile stanno indagando per ricostruire l’esatta dinamica di quanto accaduto, anche attraverso l’esame delle telecamere di sorveglianza della zona. Secondo quanto si apprende, il 30enne risulta irreperibile al momento.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza