Fiano Romano, rapina armata in villa: moglie e marito sequestrati per ore e derubati

lunedì 6 maggio 12:25 - di Eugenio Battisti

Prosegue la caccia ai tre ladri che, sabato scorso, armati di pistola, hanno fatto irruzione in una villa a Fiano Romano, alle porte di Roma, terrorizzando la coppia di proprietari che è stata immobilitazzata, sequestrata per 3 ore e derubata di ogni avere.

Rapinatori in villa, sequestrati i proprietari

Sono state proprio le vittime della rapina in villa a lanciare l’allarme ai carabinieri e a raccontare il colpo subito da tre persone con l’accento dell’est Europa, con il viso coperto e armate di pistola, ascia e cacciavite. I rapinatori – racconta l’uomo – hanno scavalcato il muro della villetta e fatto scattare l’allarme.  Il terrore  comincia intorno alle 22 e 30 di sabato  quando il proprietario (un impiegato pubblico di 61 anni) lascia per pochi istanti la moglie (una libera professionista di 57) in salotto, davanti la televisione, per vedere cosa succede all’impianto di sicurezza. Una volta uscito in giardino, il proprietario della villa è stato bloccato dai tre che lo hanno portato in casa, minacciando lui e la moglie che si trovava nell’appartamento. «Erano in tre, avevano l’accento dell’Est» racconta l’uomo ai carabinieri. Pesante il bottino della rapina, che poteva finire in tragedia. I ladri, scomparsi senza lasciare tracce, hanno rubato diamanti per cinquantamila euro, denaro contante per 10mila euro e altri gioielli: i risparmi della coppia investiti in pietre preziose custodite in una cassaforte murata, che è stata aperta dai rapinatori che hanno minacciato di morte la coppia per avere i numeri della combinazione. Inutile ogni tentativo di opporre resistenza: la donna viene fatta sdraiare a terra e il marito, sempre sotto la minaccia della pistola, è costretto ad aprire il piccolo caveau murato e lasciare ogni avere alla banda di rapinatori che ha rubato anche i cellulari, strappato dalla parete la linea telefonica fissa e chiuso a chiave i padroni di casa che, una volta liberati, sono immediatamente usciti in cerca di aiuto.

Rubati diamanti per 50mila euro

Per tutta la notte gli uomini del nucleo operativo di Monterotondo e di Ostia hanno setacciato la campagna intorno alla villa tra Fiano e Capena, zona Pini Family Park, alla ricerca dell’auto utilizzata per la fuga. Inutilmente. Per tutta la domenica gli esperti del Ris hanno effettuano rilievi alla ricerca di tracce per individuare i sequestratori. Sul caso indagano la Procura di Tivoli e i carabinieri della compagnia di Monterotondo, gli stessi del caso di Andrea Pulone, il 29enne che ai ladri entrati in villa risponde sparando 4 colpi calibro 45. Reazione che è costata al giovane, figlio di un astrofisico, l’accusa di eccesso colposo di legittima difesa.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi