Torino senza pace: somalo aggredisce i passanti con un cacciavite

martedì 2 aprile 13:01 - di Gigliola Bardi

Paura a Torino dove un sessantenne di origine somala ha aggredito dei passanti a caso, minacciandoli con un cacciavite. L’uomo, in evidente stato di alterazione, è stato poi bloccato da una pattuglia della Guardia di Finanza, allertata dagli stessi cittadini. Il 60enne è stato fermato mentre ancora si aggirava con il cacciavite.

Il giorno più difficile per Torino

L’episodio si è verificato ieri sera nella zona della stazione ferroviaria di Porta Nuova. L’episodio, già di per sé allarmante, arriva in un momento particolarmente difficile per la città, alle prese con la sconvolgente confessione del 27enne di origini marocchine, Said Machaouat, che ha ammesso di aver ucciso il giovane Stefano Leo ai Murazzi senza un motivo, ma solo perché voleva uccidere un italiano che gli sembrava felice.

Il somalo denunciato per resistenza e minacce

Il sessantenne somalo, del quale è stato riferito che durante le aggressioni urlava frasi sconnesse, è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale, minacce e rifiuto di fornire le generalità e porto d’armi atti ad offendere.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza