Si allunga la lista dei furti a casa dei vip, stavolta i ladri hanno “punito” Verdini

martedì 9 aprile 11:09 - di Fabio Marinangeli

Non è un periodo particolarmente fortunato per Denis Verdini. Non bastavano gli imbarazzi per il flirt tra la figlia Francesca e il vicepremier Salvini. Ora ci si sono messi anche i ladri che hanno fatto irruzione nella sua abitazione al Galluzzo, sulle colline di Firenze. I malviventi si sono arrampicati fino al tetto, poi hanno forzato una finestra e hanno iniziato a mettere le mani, indisturbati, negli armadi e nei cassetti. Il furto è stato scoperto dalla moglie di Verdini Simonetta Fossombroni, quando è rientrata. La casa per due giorni era stata chiusa. Sul posto sono subito arrivate le volanti della questura di Firenze. Non si conosce l’entità del bottino. La banda potrebbe essere responsabile di altri colpi messi a segno in zona nelle ultime settimane. Un tentato furto è stato denunciato anche in una villa in via del Pian dei Giullari. I ladri sono stati colti in flagrante dalla proprietaria mentre forzavano una finestra al primo piano: la donna, 59 anni, ha iniziato a gridare ed è fuggita in strada avvisando i vicini.

Prima di Verdini altri “colpi grossi” a casa di politici e vip

Molti i precedenti dei furti che negli ultimi mesi hanno visto i vip come vittime. A gennaio è toccato a Giuliano Pisapia, l’ex sindaco di Milano. È tornato a casa con la moglie dopo due giorni fuori città e ha capito subito che qualcosa non andava: la porta era stata forzata. Subito dopo, la conferma: i ladri erano penetrati nell’appartamento del quinto piano e avevano fatto razzia. Un furto pesante. Anzi, pesantissimo. I malviventi avevano infatti trovato  la cassaforte e rubato gioielli e orologi, per un valore di circa 300mila euro. Precedentemente era stata svaligiata la casa dei genitori di Salvini a sud-ovest di Milano. Erano stati portati via oggetti di argenteria e una cassaforte, che è stata smurata. Poi la scoperta del blitz nella casa romana di Alessandro Gassman. A chiamare la polizia era stata la governante della famiglia dell’attore. I malviventi avevano sottratto gioielli, vestiti e premi cinematografici. Nello scorso maggio nell’abitazione del sindaco Giuseppe Sala, nel quartiere centrale di Brera. Il gruppo di giovanissime ladre rom non aveva idea di chi abitasse lì. Portarono via un Rolex d’epoca, una borsa griffata e alcuni gioielli.  Ad aprile era toccato a Romano Prodi. L’ex premier si trovava con la moglie a un’udienza del Papa e i malviventi ne hanno approfittato per svaligiare la sua residenza bolognese. Presi orologi e gioielli, «soprattutto i ricordi di una vit, aveva raccontato con amarezza Prodi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza