La love story di Salvini e Francesca è ufficiale. L’imbarazzo di Verdini: “Che faccio?” (video)

mercoledì 27 marzo 10:22 - di Giorgio Sigona

Da Romeo e Giulietta a Paola e Francesca. Da Paola e Francesca a Matteo Salvini e Francesca Verdini. Prima erano solo voci che si rincorrevano all’impazzata. Tutti alla ricerca di conferme e magari della prima foto dei due da sbattere in prima pagina sui giornali di gossip. Le battute si sprecavano, la strana coppia, che più strana non si può. Lui è il vicepremier che ai Cinquestelle ha tolto voti e persino il primato sul web. Lei è Francesca, la figlia dell’ex nemico proprio del leader leghista, quel Denis Verdini che – ai tempi del voltafaccia a Berlusconi – fu apostrofato come traditore. Da chi? Da Salvini, naturalmente. Che mise in guardia il Cavaliere da un possibile ritorno politico di fiamma: «Non farti intenerire, chi ti ha fregato una volta ti frega anche la seconda». E alla festa di Atreju disse: «Deve restare fuori dalla porta». Ora è tutto cambiato, il fidanzamento è ufficiale. La prima apparizione pubblica c’è stata, tutti li hanno visti insieme alla proiezione del remake di Dumbo della Disney a Roma. A far scoccare la scintilla tra i due sarebbe stata Clio Biondi Santi, assessore a Siena ma soprattutto erede della famiglia che ha inventato il Brunello. Secondo le indiscrezioni apparse sui quotidiani, Salvini era a Firenze per un pranzo. E sarebbe stato in quell’occasione, in un ristorante a due passi da piazza Santa Croce, che la Biondi Santi gli avrebbe presentato Francesca, che vive tra Firenze e Roma e grande appassionata di yoga. Tutto definito, quindi, c’è la nuova coppia. L’unico che appare in imbarazzo, però, è proprio Denis Verdini. Secondo alcune indiscrezioni, a poca distanza dal bar Giolitti, al centro di Roma, avrebbe confidato a un amico (parlamentare) che prevedeva un tiro al piccione contro Salvini per questa sorprendente love story: «Il problema ce l’ho io…». Un modo per dire il classico e mo’ che faccio? Il sorriso era sornione. L’imbarazzo evidente. Ma in fondo, chissenefrega.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Tolu 27 marzo 2019

    Che faccio? E fai gli auguri noh! O vuoi tenere il moccolo

  • In evidenza

    contatore di accessi