Donna trovata accoltellata nel salotto di casa: emergono particolari oscuri

mercoledì 24 aprile 9:28 - di Redazione
E’ giallo su Lucia Benedetto, la donna di 50 anni trovata accoltellata in casa. Diverse ferite d’arma da taglio al corpo e una più profonda al collo: riversa a terra nel soggiorno di casa, con un coltello accanto. E’ stata trovata così la donna  residente insieme al marito e al figlio 21enne, che però non era in casa, in un appartamento di via Sicilia, a Sesto San Giovanni, in provincia di Milano. A trovare per primo la donna senza vita era stato l’uomo, 55 anni, rientrato dal lavoro. La vittima non avrebbe mai avrebbe sofferto di depressione. In un primo momento, infatti,  i carabinieri hanno pensato all’ipotesi del suicidio, perché il coltello si trovava accanto al corpo. Poi però l’ipotesi del delitto ha preso corpo.

Donna accoltellata, il marito sotto torchio

Il marito è stato interrogato a lungo ma, secondo le prime informazioni, sarebbe totalmente estraneo all’omicidio, che non è escluso sia maturato in ambito familiare. Sul posto sono intervenuti i carabinieri del Nucleo Radiomobile e poi i colleghi di Sesto San Giovani, insieme ai Ris e al medico legale. Una famiglia normale, senza mai un problema, dicono gli investigatori.

Quadro oscuro

I militari hanno effettuato i primi rilievi. L’omicidio è avvolto da particolari molto oscuri. Nei locali dell’abitazione nessun segno sospetto. Nulla fuori posto, che potesse suggerire l’ipotesi di una rapina andata male, neppure tracce di effrazione alla porta di ingresso, che era chiusa, pur senza mandate. Gli inquirenti hanno ascoltato lungamente il cinquantaquattrenne, che non pare avere precedenti alle spalle e che sarebbe rimasto tutto il giorno fuori per lavoro. Dalla prima ricostruzione, il marito sarebbe quindi estraneo ai fatti.

Indagini in tutte le direzioni

Il medico legale dovrà ora stabilire l’orario preciso e le cause del decesso. In queste ore i militari ascolteranno anche i vicini di casa del condominio di via Sicilia, tra la zona Rondinella e quella dell’ospedale. Gli investigatori cercheranno anche di capire se qualcuno di estraneo alla famiglia potesse avere un movente per ricadere fra i sospettati. Sotto la lente anche le immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona e il traffico telefonico della donna, così come quello dei familiari.

Non si hanno tracce del figlio

Non si hanno tracce del figlio 21enne di Lucia Benedetto. Il ragazzo, che non ha problemi con la giustizia ma soffre di schizofrenia, è uscito dall’appartamento al civico 60 di via Sicilia, a Sesto San Giovanni, nel tardo pomeriggio. Ha lasciato a casa i soldi e il cellulare, senza il quale risulta ancora più difficile rintracciarlo, portando con sé solo la bicicletta. Non è un sospettato, la Procura non ha disposto ufficialmente le ricerche, ma il particolare della sua scomparsa apre due diversi scenari: da una parte che possa avere un ruolo nell’omicidio della madre, un delitto d’impeto come spiegato dal medico legale da una prima ricostruzione, dall’altra che possa aver visto la madre già senza vita nel soggiorno in un lago di sangue e sia scappato in preda allo choc.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza