Benigni come “regalo di Natale” in tv? Poveri noi. Per fortuna torna la Cuccarini

martedì 9 aprile 13:01 - di Augusta Cesari

Benigni in tv come regalo di Natale sembra una provocazione. L’annuncio dell’agente e manager di tante star televisive, Lucio Presta, ospite di “AdnKronos Live”, non è tra i più rassicuranti.  Ospite di “AdnKronos Live”, parla a ruota libera e a tutto tondo su tv, musica e spettacolo, rivelando molte sorprese e  possibili ritorni, più o meno graditi, sulle reti televisive la prossima stagione.

Idea Benigni

Un ritorno non troppo gradito alla maggior parte dei telespettatori, che in Rai dopo il cambio della guardia palazzo Chigi si attendono un cambiamento, è sicuramente quello di Roberto Benigni. «Mi piacerebbe rivedere quanto prima Roberto in tv, adesso deve terminare di girare con Garrone (l’attore interpreta Geppetto nel Pinocchio del regista romano) ma spero che il prossimo Natale sia foriero di belle cose – dice Presta -. C’è una bella idea, un’idea nuova. Ogni volta che Benigni appare in tv è un bel regalo». Un’idea che non appare tanto nuova per la verità, per essere questa la Rai del cambiamento. E soprattutto “un bel regalo”, più che ai telespettatori, la Rai lo riserverebbe come sempre allo stesso Benigni, abituato com’è da viale Mazzini a cachet sontuosi, fonte di innumerevoli polemiche. Una Rai ancora monopolizzata dalla sinistra nei Tg e nei talk show di approfondimento potrebbe affidarsi all’“usato sicuro” anche nell’intrattenimento, con un Benigni che malgrado le sue innumerevoli giravolte è un volto sempre caro ai sinistri di ogni epoca. Sotto Natale, poi…. da ulcera gastrica.

«Lorella Cuccarini? Carriera inappuntabile»

Per fortuna, tra i ritorni graditi ci potrebbe essere quello di Lorella Cuccarini su Rai1 nella prossima stagione, dice Presta.  Subito arriva la domanda tendenziosa: “Si dice che a Lorella Cuccarini possa essere affidata “La Vita in diretta” anche dopo le sue dichiarazioni sovraniste?”. Se ritorno della Cuccarini sarà, «certo non sarà per le sue recenti dichiarazioni sovraniste», chiarisce l’agente. E sulla possibilità che le venga affidata ‘La Vita in diretta’, Presta sottolinea che «non ci sono proprie notizie da questo punto di vista e credo che a Lorella qualunque cosa le affidassero non potrebbe essere figlia di due dichiarazioni, frutto di un suo pensiero e di una sua riflessione. Le cose che verranno affidate alla Cuccarini sono invece frutto di 30 anni di carriera inappuntabile e irraggiungibile». Giusto tributo, giusta precisazione per la Lorella nazionale. Spazio anche per Bonolis. «Paolo farà una puntata de ‘Il senso della vità da Matera, Capitale Europea della cultura, nel prossimo autunno».

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza