Armato di due coltelli aggredisce la madre e i poliziotti: paura a Civitavecchia

lunedì 1 aprile 15:48 - di Liliana Giobbi

Momenti di terrore a Civitavecchia. Una violenza improvvisa, l’aggressione, le minacce. «Vi ammazzo, andate via», ha urlato ai poliziotti intervenuti in aiuto dell’anziana madre minacciata di morte dal figlio armato di due coltelli. L’uomo, un 55enne romano già noto per porto abusivo di armi e strumenti atti ad offendere, era in preda al delirio. Tutto è accaduto alle 20 quando si è avventato contro la donna nella sua abitazione a Civitavecchia. Gli agenti del commissariato  si sono precipitati sul posto e hanno trovato l’anziana in strada, scossa e sotto choc.

Cosa è accaduto nell’appartamento di Civitavecchia

Una volta davanti all’appartamento, dal quale proveniva musica ad altissimo volume, hanno bussato intimando all’uomo di aprire la porta, inutilmente. Quando il 55enne ha aperto la porta bloccata dall’interno, si è scagliato contro gli agenti cercando di colpirli con due grossi coltelli urlando «vi ammazzo, andate via». Disarmato dopo il tentativo di colpire con la lama all’addome un agente, G.D. è stato portato in commissariato a Civitavecchia senza mai smettere di tirare calci e pugni. Vecchia conoscenza della giustizia, nel 2006, durante una rapina, aveva ferito al volto con un coltello il proprietario di una tabaccheria. Adesso un nuovo arresto, stavolta per tentate lesioni aggravate, minacce e resistenza a pubblico ufficiale nonché porto abusivo dei coltelli.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi