Steve Bannon a Roma: “Il Papa ha svenduto i martiri cinesi al regime di Pechino”

giovedì 21 marzo 20:24 - di Laura Ferrari

Una delle ragioni della visita di Xi Jinping in Italia “è il Vaticano”. Steve Bannon punta il dito contro Pechino e Papa Francesco che, sostiene, “ha firmato un accordo segreto con il governo più odioso del mondo” e consegnato a Pechino “il potere di scegliere i vescovi della chiesa cattolica cinese”. Bannon, ospite di Lettera 22 in una conferenza alla Biblioteca Angelica di Roma, cita il cardinale di Hong Kong Joseph Zeng, che ha condannato l’accordo tra la Cina e il Vaticano come “una svendita dei martiri cristiani della Cina”. L’ex capo stratega di Donald Trump chiede a Papa Francesco di “rendere pubblico” l’accordo con Pechino, la cui firma definisce una “disgrazia che di fatto svende i santi viventi della Cina”.

Bannon sui preti pedofili e il Vaticano

Bannon, che si definisce “cattolico praticante”, non è tenero con il Vaticano nemmeno per quanto riguarda il doloroso tema della pedofilia. Il recente vertice a Roma, dice, è stato un “totale fallimento”, non è riuscito a rendere centrale il tema della “tolleranza zero”. Il politologo vede un futuro nero per la chiesa cattolica Usa, che “vale circa il 70% di tutto il flusso di cassa della chiesa mondiale”. Le tante cause civili intentate contro le diocesi americane per avere coperto gli abusi dei preti pedofili, prevede, rischiano di portare alla “liquidazione” della chiesa cattolica Usa “nei prossimi 5-10 anni” e questo “può portare al fallimento anche della casa madre”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza