«No pago affitto»: guai a scherzare sui migranti. È putiferio per un carro allegorico alle porte di Roma

lunedì 4 marzo 17:07 - di Ernesto Ciecaquaglia

Guai a scherzare sui migranti. Ne sanno qualcosa gli organizzatori del Carnevale di Formello, vicino a  Roma , che hanno autorizzxato uno scanzonato carro allegorico sui migranti. S’è scatenato un outiferio politico e mediatico. Ma che c’era di tanto scandaloso sul carro “incriminato”? C’erano scritte del tipo: «Vogliamo il wi fi», «No pago affitto». Poi c’erano un finto barcone e figuranti con la faccia dipinta. Apriti cielo. I soliti politicamente corretti hanno gridato allo  «spettacolo razzista».  Fuoco e fiamme sono uscite dalla bocca di un consigliere regionale del Pd, Emiliano Minnucci: «Quando ci troviamo di fronte un carro allegorico come quello che ieri ha sfilato per le strade di Formello non possiamo certo dire che a carnevale ogni scherzo vale. Anzi. Non dobbiamo farne una questione di cattivo gusto ma piuttosto una questione morale e di civiltà, ponendo l’attenzione sui motivi che hanno spinto i responsabili a inscenare uno scempio del genere». Addirittura si evocano le “questioni di civiltà” per una goliardata, magari insipida, ma che rappresenta in modo grottesco un’amara verità

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *