Modena, zia si suicida con il nipotino. Lo strazio della mamma: «Era pazza, sapevo che l’avrebbe fatto…»

lunedì 18 marzo 12:45 - di Redazione

Una tragedia assurda: la zia di 47 anni, forse depressa, che si lancia dal balcone con il nipotino di 5 anni, dal decimo piano di un palazzo in Largo Montecassino, a Morane, Modena. Un gesto improvviso, della sorella del papà del bambino: un gesto improvviso ma non inatteso, a giudicare dalle prime dichiarazioni, o forse urla, raccolte dalla mamma del piccolo Giacomo a Repubblica: «Lo sapevo che sarebbe successo, lo sapevo, quella era una pazza, me lo ero immaginata un miliardo di volte». La donna, Silvia Pellacani, di professione faceva l’ingegnere informatico e pare lavorasse da casaon  è ancora accertato perché il piccolo si trovasse nell’abitazione della donna: era stato affidato per qualche ora alla nonna paterna. Secondo la procura di Modena non c’è dubbio: si tratta di “omicidio-suicidio“. «Si tratta di una tragedia maturata in un ambiente sociale e culturale medio-alto, non degradato», spiega il procuratore a Repubblica, secondo il quale, però, al momento non risultano elementi tali da far ipotizzare a problemi psichiatrici o di salute della donna. A quanto pare l’appartamento in cui si è consumata la tragedia era in ordine e non è stato trovato alcun biglietto.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi